Analisi strategica ...
 
Notifiche
Cancella tutti

Analisi strategica sulla guerra Russia-Ucraina uscita sul Marine Corps Gazzette


LuxIgnis
Reputable Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 411
Topic starter  

Un'interessante e completa analisi tattico militare fatta da un elemento del corpo dei Marines USA ed uscita sulla loro gazzetta.

Una delle migliori anche se non comprende gli ultimi mesi.

Lascio il link al commento a questa analisi di Roberto Buffagni, ma vi trovate il link all'articolo originale (in italiano), all'inizio.

Un po' lunga, ma da leggere, soprattutto perché le critiche all'azione occidentale arrivano da uno dei loro.

https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-la_propaganda_nato__a_nudo_le_implicazioni_dello_studio_del_marine_corps_gazzette/45289_47209/

 


Primadellesabbie e lurker hanno apprezzato
Citazione
oriundo2006
Famed Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 2774
 

L’ ho letta. Ma occorre anche evitare l’enfasi sulle capacità militari monolitiche della Russia. Attualmente si sta svolgendo una lotta per il potere al Kremlino. La sostituzione di una dozzina e più di generali ed alti graduati lo indica chiaramente: le stellette dissentono fortemente sull’andamento dell’ operazione speciale, criticano l’ operato di Putin, si permettono probabilmente di far proprie le rimostranze delle truppe condotte al massacro solo per prendere tempo...e vengono sostituiti.

Di qui alcune considerazioni che sono già state fatte e che adesso trovano una corroborazione ulteriore: chi comanda davvero a Mosca ? E’ l’ operazione speciale scritta a quattro mani con i sinarchisti ? Le lentezze nell’ offensiva sono volute, cercate e dipendono da ‘ordini’ di ‘altre’ istanze, a caso i 'soliti noti' ? Che si aspetta ? Una congiunzione astrale favorevole come quella ( a caso ! ) avvenuta a ridosso dell’ inizio delle ostilità ? Putin è davvero lui o un suo alter ego in certe foto davvero poco somigliante ? Che succede davvero nelle cupole dorate ?

Domande senza risposta. Probabilmente c’è del vero in tutte queste…e allora il tradimento si affaccia non dalla parte dei militari ma da parte dei vertici politici. La situazione è drammatica sotto tanti di quegli aspetti che mi domando come sia possibile risolvere il tutto in modo indolore per tutti noi.


PietroGE hanno apprezzato
RispondiCitazione
PietroGE
Famed Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 3899
 

Le lentezze nell’ offensiva sono volute, cercate e dipendono da ‘ordini’ di ‘altre’ istanze,

Gli USA non vogliono la fine della guerra, non sarebbero, paradossalmente, neanche interessati ad una vittoria (alquanto improbabile!) dell'Ucraina. Vogliono un Afghanistan 2.0 per la Russia, una lenta ma continua perdita di uomini e materiali dei circa 150 000 soldati russi bloccati in Ucraina a difendere i territori conquistati. In questo modo la Russia è assolutamente incapace, anche volendo (e non è detto che voglia), a dare una mano alla Cina nel caso di un confronto militare con gli USA su Taiwan. Noto come i cinesi siano stati molto più cauti dei russi su Taiwan. Gli scenari americani (war games) riportati sul web danno una conquista di una testa di ponte (non di tutta l'isola) su Taiwan da parte cinese come molto probabile, il costo in termini di soldati e materiale  bellico per i cinesi sarebbe però altissimo. Notevole sarebbe anche il costo per gli americani e gli alleati. Al momento gli unici vincitori della guerra in Ucraina sono gli americani perché :

  • L'Eurasia è morta e sepolta, con buona pace di Dugin
  • La Germania, che doveva essere la colonna occidentale dell'Eurasia, è in crisi nera
  • La NATO, da sempre strumento americano di dominio dell'Europa è risorta a nuova vita. Tutti ne vogliono far parte.
  • I profitti dell'industria bellica americana stanno esplodendo. E anche l'industria di armamenti tedesca è in crescita considerevole
  • Cosa molto importante : gli americani stanno testando le armi, la logistica, i satelliti e le comunicazioni in generale sul campo ucraino senza perdere un soldato, tranne qualche volontario. Una cosa impossibile con le normali esercitazioni. Tutto questo sarà utilissimo per loro nel confronto militare con la Cina, se ci sarà. 

La guerra poi è per definizione una situazione fluida. Vedremo come si mettono le cose prima dell'inverno.

il tradimento si affaccia non dalla parte dei militari ma da parte dei vertici politici.

È probabile che i servizi segreti avessero avvertito i vertici politici che non sarebbe stata una passeggiata. Come gli stessi ucraini hanno ammesso, le spie russe erano dappertutto in Ucraina, impossibile che non sapessero che la popolazione era nettamente contraria all'intervento russo e che avrebbe combattuto. Ci sono poi altre situazioni nella Federazione Russa sulle quali puntano gli strateghi americani.


RispondiCitazione
Condividi: