Controinformazione ...
 
Notifiche
Cancella tutti

Controinformazione alla frutta


Rosanna
Famed Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 3536
Topic starter  

Movimenti extrasistemici e controinformazione alla frutta di Eugenio Orso

Prendo spunto dalla chiusura di ComeDonChisciotte, il maggior sito di controinformazione italiano, ma estendo il discorso a tutto ciò che si muove – o meglio, sembra non muoversi più – fuori dal sistema.

Sulla specifica vicenda di CDC, ha scritto il mio collega Alceste su Pauperclass e ci sono vari interventi sul blog di discussione del sito che presto, a meno di ripensamenti dell’ultimo minuto, sarà offline:

http://pauperclass.myblog.it/2016/04/20/sulla-chiusura-comedonchisciotte-alceste/
http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=Forums&file=viewtopic&t=94956
http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=Forums&file=viewtopic&t=94945
http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=Forums&file=viewtopic&t=94937
http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=Forums&file=viewtopic&t=94935

E’ chiaro che nel caso della chiusura del maggior sito di controinformazione italiana possono aver pesato questioni particolari, vicende personali ed economiche, ma è da molto tempo che osservo “il deserto che avanza” fuori dagli steccati sistemici, anche in relazione a gruppi e movimenti che dovrebbero garantire qualche forma di rappresentanza effettiva alla popolazione italiana. Rappresentanza effettiva d’interessi vitali che all’interno del sistema le è negata, come gli è negata una corretta e veritiera informazione.

Oggi più che mai, in Italia, avrebbe senso l’esplosione del fenomeno politico dell’extraparlamentarismo, in grado di far valere le ragioni della maggioranza della popolazione – sovranità, giustizia economica e fiscale, contrasto ai criminali della grande finanza, rifiuto dell’accoglienza indiscriminata – fuori dalle regole a senso unico della liberaldemocrazia, applicando metodi di lotta “non politicamente corretti”, perché quelli “pacifici” e “democratici” sono del tutto inefficaci, come sappiamo per esperienza.

Oggi più che mai, parimenti, dovrebbero proliferare gli organi di controinformazione – per contrapporre la verità alle menzogne dei giornalisti servi del sistema – sia in rete che nella forma tradizionale della carta stampata. Fuori e contro dovrebbe essere la parola d’ordine di chi vuole evitare di sprofondare nella de-emancipazione, nell’ingiustizia sociale “santificata” dalla prevalenza della ragione mercatista, nell’irrilevanza come paese e nazione.

Eppure, non da ieri mattina, ma già da molti anni, si sta verificando esattamente l’opposto e al velocizzarsi della caduta dell’occupazione, dei redditi popolari, delle produzioni nazionali, si mantiene o addirittura cresce il consenso nei confronti dei carnefici-collaborazionisti piddini e liberaldemocratici, mentre fuori e contro il sistema, in termini di gruppi, movimenti popolari non eterodiretti e controinformazione, non solo non si muove nulla di nuovo e di rilevante, ma il poco che rimane tende a scomparire.

In sintesi, da tempo osserviamo un paradosso apparente (che ho già analizzato, anni addietro): aumentano le sofferenze della popolazione, si riducono redditi, occupazione e risorse pubbliche dedicate all’assistenza sociale, ma la passività sociale aumenta di pari passo, mentre dovrebbe diminuire rapidamente (quanto il benessere materiale), lasciando spazio al dissenso conclamato, all’opposizione sociopolitica organizzata, financo alle rivolte di piazza e al crepitio dei mitragliatori.

Invece, tre decenni di rimbecillimento massivo organizzato hanno prodotto l’italiota inerte, che riceve continuamente colpi e non reagisce, nuove generazioni mute e inutili (giornalisticamente chiamate né-né, cioè ni estudia ni trabaja, oppure “NEET”, ossia Not engaged in Education, Employment or Training), vomitando addirittura, in buon numero, supporter lobotomizzati di una sinistra apostata, mercenaria della finanza mondiale e leccapiedi delle élite neocapitaliste. Italioti, nuove generazioni obnubilate e inutili, sinistroidi privi di materia cerebrale, sono da considerarsi gli scarti e i cascami di questo capitalismo assoluto, docili e orientabili nel senso (politico) voluto, o persino una nuova specie, nata da uomo e donna, che rappresenta una netta involuzione dell’essere umano.

Non resta che lo sballo notturno con abuso di alcol e assunzione di droghe, i rulli dei tamburi delle discoteche, oppure, durante il giorno, le sale slot per imbecilli, che distruggono i risparmi residui e ingrassano ancor di più le élite.

Il paradosso che ho evocato è, quindi, solo apparente e la passività sociale è destinata ad aumentare, per quanto riguarda la maggioranza lobotomizzata e diminuita. In altri casi (minoritari) in cui esiste ancora un barlume di coscienza di classe e un po’ di capacità di analisi sociopolitica, agirà lo sfinimento, la necessità impellente d’affrontare l’incertezza quotidiana, il peso delle rinunce e dei ricatti economici, che inibiscono la riflessione e fanno passare in secondo piano l’analisi della realtà, la ricerca di soluzioni possibili (Che fare?), dentro ma soprattutto fuori del sistema.

Lo spazio che un tempo chiamavamo extraparlamentare, popolato da numerosi gruppi (super)politicizzati, aggressivi e spesso vicini alla lotta armata (mai rimpianta abbastanza), ormai non ospita che “rivoluzionari colorati” sponsorizzati o adottati (a distanza) dalla Cia e dal Pentagono – il popolo viola di qualche anno fa? La Notte in piedi francese di oggi? – improbabili coalizioni sociali alla Landini, principale esponente del “sindacalismo televisivo”, per trattenere la protesta e i voti “di sinistra” (utili anche al piddì contro eventuali “populisti” e “razzisti” come Salvini), centri sociali venduti a Soros e alle grandi banche d’affari che bastonano innocui leghisti e altra, variegata feccia che non ha niente a che vedere con l’extrasistemico.

Anche la controinformazione langue o chiude i blog, mentre le fila del vero dissenso e della potenziale opposizione, futura o “futuribile”, si assottigliano sempre di più. Anzi, ormai ci sono pochi soggetti, isolati, che vanno avanti per inerzia, ma che nel prossimo futuro potrebbero mollare. Non serviranno neppure minacce e ricatti, visto che si va spediti verso l’estinzione.

http://pauperclass.myblog.it/2016/04/22/movimenti-extrasistemici-controinformazione-alla-frutta-eugenio-orso/


Citazione
PietroGE
Famed Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 4108
 

Mah, io non sarei tanto pessimista. Il quadro è certamente fosco e demotivante, ma qualcosa si muove a livello europeo anche se in Italia la situazione rimane congelata. Esempi :

-La ribellione del Paesi dell'Est alla forzata redistribuzione dei migranti e in generale alla sempre più stretta unione politica europea, con la UE ormai avviata a diventare l'Unione Sovietica d'occidente.
-La formazione, nel Paese di fatto egemone in Europa di una alternativa al regime (perché di questo si tratta) elettoralmente credibile come l'AfD.
-Il Brexit che sta scuotendo Bruxelles e le cancellerie più favorevoli all'unione politica. Anche se il popolo britannico dovesse scegliere con una maggioranza risicata, di rimanere in Europa, la dimensione del rifiuto è già di per sé molto importante.
-Il FN francese che rimane competitivo per le elezioni presidenziali dell'anno prossimo.

In Italia però il renzismo, con l'attivismo di facciata e la dipedenza dai poteri forti, ha un po' chiuso le porte ad una opposizione sostanziosa. I sinistri come i centri sociali sono ridotti al ruolo di doberman del regime, il centro destra è condizionato dal declino di Berlusconi, interessato più per le sue aziende che per il Paese.
Rimane il movimento 5S e la coppia Salvini Meloni. Non mi aspetto un gran ché.


RispondiCitazione
Neriana
Estimable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 204
 

La situazione che vedo mi ricorda le grandi decadenze storiche dei grandi Imperi. Anche l'ondata di immigrati dal Medio Oriente, mi ricorda le orde di cristiani dal MO, in soccorso del decadente impero romano che necessitava di una Fede certa e imposta, per ragioni di conquista militari, allora come ora, l'Europa.

Certo, non puo' esistere la lotta quando tutto è perso..persa l'idea, prima ancora dell'ideologia, persa l'economia, prima ancora della Nazione placenta, persa la convinzione del "Yes we can ", come slogan per guerre mondiali e atomiche, uccisa la speranza dal pentastellatismo, prima ancora che da tsiprasismo. Persa la Sovranità monetaria, prima ancora dell'idea sovranità democratica e geografica.

C'è qualcosa che si puo' fare ? Io penso di no...se non aspettare che la Hybris distrugga se stessa, che si cannibalizzi. ..e restare a guardare senza diventare il nutrimento della Hybris , obbligarla a divorare se stessa, come fece Demetra con Erisittone talmente avido e affamato che fini per divorare se stesso.


RispondiCitazione
spadaccinonero
Illustrious Member Guest
Registrato: 2 anni fa
Post: 10314
 

fingono tutti che cdc2 non esista

😯 😯 😯

http://comedonchisciotte2.forumup.it/index.php?mforum=comedonchisciotte2&sid=d96659d1a394e8ae2b15122a2c1ac6cb


RispondiCitazione
lanzo
Honorable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 744
 

la passività sociale aumenta di pari passo, mentre dovrebbe diminuire rapidamente (quanto il benessere materiale), lasciando spazio al dissenso conclamato,
Per Pauper class, avrei voluto postare li', vabbe' - quanto sopra non e' una contraddizione, in effetti piu' sei spaventato piu' tendi a stare buono e zitto: Ho la pensioncina che sarebbe dovuta aumentare MA e se me la dimezzano ? Mi caricano di tasse legate alla casa, TV - ma se poi mi buttano fuori per dare la casa agli immigrati con la scusa che non pago? Gia' ormai c'e' tanta gente che fruga nei rifiuti dei mercati rionali per recuperare qualche cosa e se ci mettono le guardie con i bastoni per impedire di recuperare un broccolo ?
Se ti ammali sei morto, un'intervento te lo fanno dopo 5 anni di prenotazione, se sei extracomunitario e mai pagato tasse - ti trattano come un VIP. Manco ti fanno pagare i ticket. Una societa' di prezombies.


RispondiCitazione
Giovina
Noble Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 2001
 

fingono tutti che cdc2 non esista

😯 😯 😯

http://comedonchisciotte2.forumup.it/index.php?mforum=comedonchisciotte2&sid=d96659d1a394e8ae2b15122a2c1ac6cb

A me uno basta e avanza e poi mica ci ho il dono dell'ubiquita'.

😛


RispondiCitazione
Denisio
Estimable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 194
 

Che cosa ci si può aspettare quando l'informazione che conta, perchè diciamocelo, la stragrande maggioranza dei votanti e dei cittadini non conosce CDC, non frequenta informazione alternativa anche per evitare lo spiacevole senso di disagio che ha l'essere in apparenza troppo critici contro il mondo...
Uso queste parole, se vogliamo piuttosto semplicistiche ma questa è la realtà. i
Il letargo delle coscienze risiede nel fatto che la moltitudine ha ingaggiato il sistema come non-scelta di vita e ha nutrito tale sistema con azioni e sopratutto con un referto di opinioni indissolubili.
Può aver capillarità un sistema di controinformazione? La risposta è negativa perchè in quest'ultimo caso assumerebbe il ruolo di informazione.
Per riuscirci deve scardinare il sistema corrente ed è qui il problema, il sistema impellente autocostituitosi come sistema di controllo, non potrà soccombere arrendevolmente alla realtà o ad un tipo di forma di governo non legata ad interessi privatistici camuffati da scelte ideologiche.
E quali sono invece i fatti più prossimi alla vita reale se non quelli che giornalmente avvengono con milioni di persone?
Avrebbero ancora modo le persone che sono la società di "far notare" che qui, proprio qui, le cose vanno talmente male che molti hanno smesso di credere che tale situazione possa essere variata con metodi imposti dall'alto, da impostori apartenenti ad una classe dirigente appianata nel ruolo di carnefice di moltitudini. La mancanza di vera politica è l'immagine speculare del cannibalismo motivazionale imposto dagli slogan....dalle campagne elettorali, dal disservizio dei media, dalle clausole imposte alle regioni, ai comuni, alle periferie....
Tutto questo gioco che senso ha se non quello di reprimere le potenzialità umane(oppure di potenziarle)? se c'è un Dio non credo possa essere felice di scelte tanto idiote di questa umanità.


RispondiCitazione
fuffolo
Honorable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 686
 

Alla massa non interessa sapere. Devono solo riempire il tempo a loro disposizione perchè passi senza dare troppi pensieri. Tanto la fine è nota.


RispondiCitazione
Condividi: