Notifiche
Cancella tutti

Hitler

Pagina 2 / 5

Merio
Estimable Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 249
 

Еврейский террор = terrore ebraico

Ho usato gogle translator... e mi sono "spaventato"... in ogni caso, chiedo in generale, risulta corretto affermare che dietro al Nazismo e Bolscevismo, poi divenuto Stalinismo c'è il famoso scudo rosso e nero dei Rothschild??
Ma come si fa a dimostrarlo??

Pace ai vostri sensi


RispondiCitazione
AlbionDoesNotSingAnymore
Estimable Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 121
 

Le centrali di potere economico che finanziarono Hitler sono le stesse che crearono e sostennero, dal 1917 al 1989, l'Unione Sovietica, vale a dire l'alta finanza ebraica. La classe operaia era totalmente schierata con Hitler in Germania, dato che in pochi anni il nazional socialismo aveva abbattuto la disoccupazione e ridato un lavoro ed una dignità a milioni di lavoratori. In Unione Sovietica la classe operaia non esisteva. Nacque, diciamo così, sulle ceneri di decine di milioni di contadini, in gran parte piccoli e piccolissimi proprietari, sterminati in quanto non "allineati" al progetto. Io non ho molta simpatia o stima per Adolf Hitler ed il nazismo ma la verità è una e non potrà essere occultata per sempre. E poi il "capitalismo" voltò le spalle ad Hitler quando quest'ultimo palesò i suoi reali intendimenti in ambito economico, finanziario e geo politico. L'URSS, senza il continuo afflusso di capitali, tecnologia, dirigenti, quadri ed assistenza scientifica da parte dei governi USA e di Wall Street, non sarebbe riuscita nemmeno a sfamare un decimo della sua popolazione!

Ottimo haward, commento breve e conciso che va dritto al nocciolo della questione. Un unico appunto: non mi risulta che le centrali del potere economico finanziarono Hitler. Pare che prescott bush gli fece pervenire una modesta somma di denaro tramite il suo emissario harriman (cosa che da adito a molte speculazioni) nei primi anni '20, prima del putsch di Monaco, quando Hitler era ancora un signor nessuno. Tuttavia il partito Nazionalsocialista dei Lavoratori Tedeschi (NSDAP) non beneficiò mai di cospicui finanziamenti esteri, ma si basava essenzialmente sui contributi di iscritti e simpatizzanti. Poi abbiamo i finanziamenti di alcuni ebrei tedeschi con sede in GERMANIA (NON negli STATES) come gli oppenheim e gli schroeder, che però riguardano il governo Nazionalsocialista e non il partito, quando il Fuhrer era già salito al potere. Infine possiamo citare Henry Ford e Krupp, che avevano simpatie Nazionalsocialiste, mentre fritz thyssen finì a Dachau. Tutto il resto è fuffa, la storia delle consociate americane in territorio tedesco è stata volutamente distorta ed è divenuta nota grazie al propagandista filo-sovietico pauwels, autore di un libro iperfazioso ("profit uber alles"), ricco di omissioni strategiche, mistificazioni ed enormemente fallato sotto il profilo storico. I presunti finanziamenti dei rotschild ed in generale quelli provenienti da wall street mi risultano essere pure invenzioni di david icke e company, al contrario dei massicci finanziamenti che lorsignori (loeb, schiff, parvus, warburg, rotschild, rockfeller, B'nai Brith) diedero a lenin e trotzky per la realizzazione della rivoluzione bolscevica in Russia.

Nel Reich si raggiunse la massima occupazione nel giro di due anni e nel 1938 c'era carenza di manodopera. Il tenore di vita dei lavoratori crebbe enormemente e lo stato sosteneva le famiglie e i meno abbienti. Le condizioni di lavoro migliorarono in maniera notevolissima, così come il grado di istruzione. Tutto certificato da dati e statistiche ufficiali, mentre i filo-sovietici si ostinano a voler rappresentare Hitler come un mangia-operai, sadico e accanito difensore del potere padronale, che schiavizzò la popolazione e ne peggiorò drasticamente le condizioni di vita (quando avevano toccato il fondo, non vedo come le cose potessero andare peggio). Vabbeh, loro sono fatti così, dogmatismo, propaganda e dottrina marxista "uber alles".


RispondiCitazione
Giancarlo54
Famed Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 2622
 

Ma AntiUsreal non era "nazista"? Adesso, secondo RicBo, è diventato un sinistroide?

No, nessuna contraddizione, in realtà assomigliate a ciò che più aborrite: il sionismo, l'imperialismo, i biekissimi USAni, lo stalinismo. Siete solo l'altra faccia della medaglia, quella del dominio.

Mi se che hai le idee un pochino confuse, io da tempo ho oramai rinunciato a dividere il mondo in bianchi e neri, in buoni e cattivi e ti assicuro che mi sento molto ma molto meglio e posso giudicare e sorridere vedendo quello che scrivono quelli come te che sono sicuri si avere la verità in tasca ed invece, in tasca, non hanno un capzo di niente. Stammi bene.


RispondiCitazione
mincuo
Illustrious Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 6059
 

Еврейский террор = terrore ebraico.....

Ma dai!!! Ma davvero!!!
Non ti fidare troppo però della traduzione di Google.
Non è che magari a Google saranno tutti "antisemiti"? Ho provato a dare un'occhiata ai proprietari, per vedere se c'era per caso un Goebbels, un Himmler, non si sa mai....
Vedo Sergey Brin, Larry Page (poi ci sarebbe anche un Brasiliano che non si nomina mai, per cui non lo nomino) mah....no, no,...non mi dicono niente.
Però come Chairman c'è un tale Eric E. Schmidt.
Mah, boh......questo però suona un pò Tedesco in effetti come cognome....
Saranno mica dei neonazisti?
E quegli Storici che riportano cose terribili di questo genere, come L.I. Kritchevsky, Leonard Shapiro, G.Aronson, D.S. Pasmanik, Howard Sachar, Shmuel Ettinger, Sonia Margolina, Yury Sletzskine, Salo Baron ecc...
Ma sta a vedere che magari anche loro sono neonazisti? Accidenti.....bisogna controllare bene....
E che non ci sia anche qualcuno neofascista? Questo ad esempio che è Inglese ma sembra quasi Italiano dal cognome, ed è uno storico famoso: Simon Sebag Montefiore, e ha anche appena scritto un libro particolare, molto bello (consiglio).....
Bisogna fare attenzione, controllare bene, perchè dicono di quelle cose, ma di quelle cose......a leggerli, mamma mia....


RispondiCitazione
haward
Honorable Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 695
 

Grazie, Albion. In PDF è disponibile il testo di A.C. Sutton intitolato : "Wall Street and the rise of Hitler", libro che fa parte di una trilogia che esamina le fonti di finanziamento, oltre che del nazionalsocialismo, anche della rivoluzione bolscevica e del New Deal Roosveltiano. Sutton è anche autore di un interessante saggio sulla società degli Skull and Bones.


RispondiCitazione
mincuo
Illustrious Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 6059
 

Di Sutton io consiglio questi:
Western Technology and Soviet Economic Development: 1917–1930 (1968)
Western Technology and Soviet Economic Development: 1930–1945 (1971)
Western Technology and Soviet Economic Development: 1945–1965 (1973
E anche:
Technological Treason: A catalog of U.S. firms with Soviet contracts, 1917–1982

Metto qui, da Wiki, anche un commento di Zbigniew Brzezinski (noto fasssissta-nazzzissssta-antisemita-negassssionisssta-clerical-populisssstta):

For impressive evidence of Western participation in the early phase of Soviet economic growth, see Antony C. Sutton's Western Technology and Soviet Economic Development: 1917–1930, which argues that 'Soviet economic development for 1917–1930 was essentially dependent on Western technological aid' (p.283), and that 'at least 95 per cent of the industrial structure received this assistance.' (p. 348).


RispondiCitazione
mincuo
Illustrious Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 6059
 

@Merio
Merio, ho controllato: tiriamo un sospiro di sollievo!!!
TUTTI quelli nominati, dai proprietari di Google, a TUTTI gli storici nominati da me prima, non sono antisemiti, questo è sicuro!!! E' TECNICAMENTE IMPOSSIBILE, proprio. Alla peggio a loro si può appiccicare l'etichetta "self hatred" che viene riservata spesso, tramite la solita collaudata calunnia organizzata, a tutti quegli Ebrei che non stanno simpatici alla lobby, come i Gilad Atzmon, i Gideon Levy, gli Ilan Pappè, gli Israel Shahak, gli Ariel Toaff, i Norman Filkestein ecc....Ma antisemiti no, quello proprio no.
Hanno anche creato una lista anni fa chiamata elegantemente SHIT list in cui hanno indicato tutti gli Ebrei "cattivi". http://www.masada2000.org/list-A.html
L'hanno anche pubblicizzata all'inizio, ma poi nascosta. Essendoci molte tra le meglio teste lì dentro si sono accorti che poi gli rimaneva un pò poco oltre ai Dershowitz, ai Perle, ai Blankfein, ai Murdoch, agli Adelson.....in quella dei "buoni".


RispondiCitazione
AlbionDoesNotSingAnymore
Estimable Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 121
 

Grazie, Albion. In PDF è disponibile il testo di A.C. Sutton intitolato : "Wall Street and the rise of Hitler", libro che fa parte di una trilogia che esamina le fonti di finanziamento, oltre che del nazionalsocialismo, anche della rivoluzione bolscevica e del New Deal Roosveltiano. Sutton è anche autore di un interessante saggio sulla società degli Skull and Bones.

Grazie dell'informazione 🙂


RispondiCitazione
antiUsrael
Noble Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 1519
 

Grazie, Albion. In PDF è disponibile il testo di A.C. Sutton intitolato : "Wall Street and the rise of Hitler", libro che fa parte di una trilogia che esamina le fonti di finanziamento, oltre che del nazionalsocialismo, anche della rivoluzione bolscevica e del New Deal Roosveltiano. Sutton è anche autore di un interessante saggio sulla società degli Skull and Bones.

Le somme che arrivarono ad Hitler(e solo all'inizio) sono irrisorie rispetto a come finanziarono l'Urss. Loro pensavano che cosi avrebbero usato Hitler come una marionetta, ma fu lui ad usarli.

Scrive Henry Coston (L'Alta Finanza e le rivoluzioni, 1970): "La banca ebraica sosteneva più volentieri i partiti, i giornali ed i candidati della sinistra. L'industria pesante riservava le sue sovvenzioni alle organizzazioni centriste e conservatrici. Entrambe erano, sino alla fine del 1932, ostili al Partito Nazionalsocialista. Krupp Von Bohlen era, a quanto riferisce Fritz Thyssen nelle sue memorie, <decisamente> a Hitler"

Prosegue citando diversi finanziatori, molti anche ebrei, come i finanzieri Waldemar e Saul Oppenheim.

"la ricerca non marxista e in parte anche quella marxista occidentale si è schierata con una certa unanimità contro la tesi che Hitler sia stato comprato dal denaro dei capitalisti" Klaus Hildebrand

Un fatto degno di nota citato a fine capitolo: Thyssen, tra i finanziatori di Hitler fino al 1938, anno in cui i rapporti vennero interrotti e quindi fu costretto a rifugiarsi in Svizzera (fu espulso nello stesso anno anche il finanziere ebreo Marx Warburg che risiedeva in Amburgo e che faceva parte dell'Alto Consiglio internazionale della IG Farben), disse dalla sua nazione-ospite disse atterrito al suo amico Stephenson, al tempo capo del controspionaggio inglese per l'emisfero atlantico: "Noi abbiamo perduto il controllo di Hitler".

Ultima parte del capitolo che segue la dichiarazione di Thyssen poc'anzi citata: "I capitalisti che finazionarono il Partito nazionasocialista credettero, almeno fino per un certo periodo, di aver condizionato Adolf Hitler e di averne successivamente perso il controllo, mentre, in realtà, essi non esercitarono mai alcuna forma di vincolo sui comportamenti di Hitler; anzi al contrario fu Hitler a servirsi dei loro finanziamenti, pur intuendone l'equivocità del movimente, per abbattere la democrazia di Weimar, per fondare il Volkstaat nazionalsocialista e, in ultimo, per rispondere militarmente all'aggressione imperialista del capitalismo ebraico internazionale nei confronti del Terzo Reich."


RispondiCitazione
antiUsrael
Noble Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 1519
 

Еврейский террор = terrore ebraico

Ho usato gogle translator... e mi sono "spaventato"... in ogni caso, chiedo in generale, risulta corretto affermare che dietro al Nazismo e Bolscevismo, poi divenuto Stalinismo c'è il famoso scudo rosso e nero dei Rothschild??
Ma come si fa a dimostrarlo??

Pace ai vostri sensi

I Rothschild controllavano l'Urss tramite la Gosbank e l'alta finanza, ma non erano direttamente coinvolti apparte la spia sovietica Viktor Rothschild:

e qualche altro emissario ebraico tra i tanti del soviet supremo.

Per quanto riguarda il nazionalsocialismo si tratta di assolute falsità.
A tal riguardo riporto questo articolo:
''Solo Louis de Rothschild resistette cocciutamente fino al 1938 in Austria dove i nazionalsocialisti lo arrestarono l'11 marzo 1938 a palazzo Hoyos a Vienna durante l'Anschluss con la scusa-accusa provata di massiccio finanziamento della propaganda contro l'annessione dell'Austria al Reich. Per 14 mesi lavò i pavimenti dei vari carceri e lucido le auto dei gerarchi fino a quando fu portato all'Hotel Metropole. Ma gli altri Rothschilds non stettero con le mani in mano: fecero pressioni sui Windsor e su Chamberlain per dissuadere Hitler.
Alla fine dopo più di una anno di pressioni fu rilasciato con riscatto di 2.5 milioni di dollari e gli furono confiscate tutte le proprietà. Riparò a Parigi dove più tardi altri Rothschilds dovettero vedersela di nuovo coi nazionalsocialisti tedeschi che invasero la Francia dopo che quest'ultima gli dichiarò guerra.''

Fonte:
Stephan Richter STORIA ILLUSTRATA N°8 - Anno III Agosto 1959

Ecco invece il ritaglio dell'articolo del Corriere della Sera che parla di banchieri fatti arrestare da Hitler a Vienna tra cui il barone Louis Rotschild:

Inoltre Baron Louis, Elisabeth,Blanka,Guy,Édouard Alphonse sono altri Rothschild arrestati ed espropriati dal Terzo Reich anche se potrebbero essercene degli altri.

Dal sito ufficiale dei Rothschild riporto questo documento:

''The crash of 1929 brought problems[..]Less than a decade later a darker tide arrived; the Austrian Rothschilds' interests were seized in 1938 by the Nazis, bringing to an end more than a century at the heart of middle European banking. In France and Austria,the family was scattered for the duration of the war.''

--
C'è anche un'altra bufala da smentire ovvero quella di Hitler ebreo ecc.
Ecco perchè OSS e CIA nel dopoguerra misero in giro la bufala che Hitler era ebreo e Rothschild o loro uomo:
http://14parole.wordpress.com/tag/carolyn-yeager/

Credo di essere stato esaustivo almeno su questa vicenda una volta per tutte.


RispondiCitazione
Merio
Estimable Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 249
 

Cacchio... ho fatto bene a chiedere adesso informazioni da saggiare da qui a qualche mese... vedremo di infilare anche queste cose nelle ore di svago...
Grazie a tutti...

P.s.
spero di non essere ot, ma i Semiti sono il popolo ebraico, o la faccenda è più complicata?? Siate pure lapidari... tanto sono argomenti che prima, o poi dovrò affrontare...


RispondiCitazione
antiUsrael
Noble Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 1519
 


No i semiti sono i palestinesi (islamici,cristiani e una minoranza ebraica da sempre stanziata li e che non si è convertita alle altre religioni).
I sionisti si sono inventati l'assurdo termine antisemitismo perchè tra i tanti vantaggi che ne traggono uno è che rimanda implicitamente a pensare che l'occupazione della Palestina abbia un misero fondamento e solo perchè gli antichi ebrei erano semiti. Ma gli ebrei di oggi ad assoluta maggioranza ashkenazita sono i discendenti dei Cazari un popolo turco-caucasico che si converti al giudaismo talmudico a partire dal VIII secolo DC su spinte rabbiniche e che fu disperso dai vicini bellicosi che gli distrussero il regno-crocevia per non pagargli più dazio.
I kazari si diffusero in Europa e soprattutto in Polonia creando le comunità ashkenazite a seguito dell'invasione del loro territorio da parte delle orde di Gengis Khan .
E' curioso notare che sui libri di storia(scolastici e non) il periodo da V° al XI° secolo DC sia cosi poco trattato ed approfondito.
Sembra quasi un buco nero nella storia.
Mi viene un sospetto.. 💡


RispondiCitazione
Tashtego
Honorable Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 666
 

Hitler era legalmente e di diritto a capo della Germania. E' chiaro che non poteva accettare un altro potere interno con volontà di dominio tramite il sistema finanziario (illegale perchè non eletto); non c'era posto per due governi in un solo stato.

Ed è la storia dei giorni nostri, e dei paesi occidentali. Solo che non ci sono capi di stato con le palle e la capacità o l'autorità(debolezza delle democrazie) di opporsi a questi governi oscuri.

La guerra è forse stata persa allora, definitivamente. Ma esistono ancora gli spiriti liberi, gli uomini di buona volontà, quelli che non si conformano e non accettano l'ingiustizia dal volto di ghiaccio e magari ci sarà un'altra guerra che affronteremo da posizione di debolezza, da perdenti. Che dire? Prendo a prestito le parole di un mio Maestro, George Bernanos, in un saggio ispiratissimo e fatalmente dimenticato del 1936 "I grandi cimiteri sotto la luna":

"... le parole che avete rubato - le parole magiche: giustizia, onore, patria -...Le parole che avete rubato sboccano ora anch'esse nella guerra. Ebbene, morire per morire, non credo che moriremmo nelle vostre file. Moriremo vestiti della nostra pelle, della nostra vera pelle, e non dei vostri sinistri rifiuti di tonaca. Marciremo tranquillamente nella nostra pelle, la nostra, sotto terra - la nostra terra - la terra che le vostre sporcizie di chimici non hanno ancora avuto il tempo di adulterare..."


RispondiCitazione
mincuo
Illustrious Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 6059
 

Semiti, è un termine definito per la prima volta da Johann Gottfried Eichhorn nel 1787 (Einleitung in das Alte Testament), e si identificano
in un gruppo linguistico vasto, di cui gli Arabi sono la gran parte.
Gli Ebrei Semiti propriamente detti sono principalmente i Sefarditi, probabilmente Berberi, e ne costituiscono forse appena il 10%. La maggioranza degli Ebrei è costituita invece dagli Askhenaziti. Il terzo gruppo sono i Mitzrahi. Poi c'è un'infinità di sottogruppi.


RispondiCitazione
antiUsrael
Noble Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 1519
 

Semiti, è un termine definito per la prima volta da Johann Gottfried Eichhorn nel 1787 (Einleitung in das Alte Testament), e si identificano
in un gruppo linguistico vasto, di cui gli Arabi sono la gran parte.
Gli Ebrei Semiti propriamente detti sono principalmente i Sefarditi, probabilmente Berberi, e ne costituiscono forse appena il 10%. La maggioranza degli Ebrei è costituita invece dagli Askhenaziti. Il terzo gruppo sono i Mitzrahi. Poi c'è un'infinità di sottogruppi.

Si rettifico i semiti non sono solo gli ebrei di Palestina, ma anche i sefarditi.
Comunque quelli in questione nonchè coloro che governano l'ebraismo(e non solo) sono gli Ashkenaziti.


RispondiCitazione
Pagina 2 / 5
Condividi: