Un paese che sprofo...
 
Notifiche
Cancella tutti

Un paese che sprofonda nella VERGOGNA giuridica

Pagina 1 / 2

GioCo
Noble Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 1960
Topic starter  

Non mi faccio illusioni sulla pronuncia della Corte (in)Costituzionale(?) che dovrà decidere (ma di fatto si è già pronunciata con l'incompatibilità di chi la presiede) sulle imposizioni di un siero che la stessa casa produttrice valuta incompatibile con l'obbligatorietà che era valida unicamente nel caso in cui il farmaco fosse stato efficace ad evitare il contagio.

Saranno le parole dei saltimbanchi e degli azzeccagarbugli a prevalere per legittimare la saurocrazia del più forte, perché da difendere è la delegittimazione del potere stesso che come Don Rodrigo e l'Innominato si presta sempre all'esagerazione e all'autodistruzione, ne è fatalmente attratto.

In particolare questo potere che rimane a cavallo tra un era, quella della finta democrazia e la prossima era, quella del finto controllo. La prima serviva a illudere chi da buon cittadino doveva "credere" nella validità della istituzioni ed ha certamente forgiato potenti illusioni dentro cui ancora molta gente vive. La seconda serve (di contrasto) a forgiare altre potenti illusioni, quelle delle élite che credono, sperano, pensano di ottenere qualcosa, magari una qualche salvezza da se stessi e dalle comuni miserie umane. Come sempre avranno tutto l'opposto, ma questa è un altra fiaba, quella dello specchio e della strega che vi riflette il suo dispotismo vanitoso palesemente antisociale o del demonio se preferite e non è questa la sede opportuna entro cui trattare questi temi.

Noi viviamo tra umani e gli umani vivono di illusioni. Definirle così non ci dice nulla sulla loro concreta potenza perché le illusioni illudono anche d'essere deboli, come poi sono le menzogne accanto alla Verità, la capacità intriseca, il bisogno-obbligo di corrompere e di tentare gli uomini affiché la sfruttino per i loro biechi fini e le loro misere essenze. E' parte di forze che sconfinano ben oltre le relazioni umane e che di fatto si possono ricondurre a una certa formulazione del Male più comunemente riconosciuto e accettato. Il Male Spirituale, la tentazione della carne e della materia, la corruzione dell'animo.

Noi abbiamo essenzialmente due modi per interagire con il nostro prossimo: la fiducia o la sfiducia. Ma sono entrambe cogenti, obbligatorie nella pratica quotidiana di una realtà materica, anche se non necessarie per stabilire un qualsivoglia rapporto con il prossimo. Perché quello non dipende che dallo Spirito e lo Spirito non dipende dalla presenza o assenza di ciò che sta fuori da noi, ma da quello che sta dentro di noi. Da come noi ci consideriamo e guardiamo allo specchio, dalle emozioni che ci abitano. Chi siamo? Una semplice e paradossale immagine riflessa? Siamo un corpo che ci restituisce una sensibilità entro cui cerchiamo goffamente dei significati? Se amo qualcuno così istintivamente e platonicamente, uno che magari non ho mai visto ne conosciuto prima, a cosa devo quell'istintuale legame? Al suo odore? Ma se magari manco mi sono mai avvicinato, l'ho solo "visto" e per qualche istante o tramite un video!?

E' chiaro che ci sono considerazioni grossolane sul nostro rapporto con la realtà che tentano in ogni modo di escludere qualsiasi "altro" che non sia di nuovo il corpo e la sua realtà fisica. Un corpo che deve esprimere tutta la realtà e poi venire torturato nel modo più bieco e atroce che la perversione fa venire in mente, per legare, imbrigliare, incatenare lo Spirito che però non è parte di quel corpo. L'identificazione nella carne è la chiave...

E' chiaro che siamo nel tempo in cui tutto questo è portato alle sue massime conseguenze: da una parte siamo deboli e incapaci di affrontare qualsiasi cosa "seria" che riguardi la nostra esperienza Spirituale, dall'altra veniamo privati di tutte le istruzioni fondamentali che servono per la nostra crescita corporea, persino quelle misere che ci erano rimaste con la scolastica di invenzione cattolica medievale epurate dall'istruzione classica di quasiasi riferimento al rispetto per il prossimo e all'eroica conquista del proprio spirito eterno interiore tramite la giustizia che erano già il risultato di draconiche epurazioni precedenti e che intendevano lo Spirito come massima elevazione entro ciò che definiva l'Uomo con la "U" maiuscola, il perfetto -spiritualmente- per definizione e dentro di noi. Ma non basta, veniamo vessati in ogni modo con tutti i mezzi fisici, dai veleni che ammorbano tutti gli elementi, dall'acqua, all'aria, dalla terra al fuoco, fino la vita stessa con la genetica spinta fuori da ogni equilibrio biologico e il cibo che deve per obbligo essere il più scandente e schifoso possibile. Per non parlare poi delle aberrazioni sulle funzioni riproduttive che devono per forza renderci del tutto inabili all'autonomia riproduttiva e quindi spingerci verso l'estinzione di massa.

Siamo privati della bellezza, della passione, della creatività e di ogni positiva pulsione. Siamo bastonati, sfregiati, corrotti fino al midollo e per cosa? Per l'ego di 4 idioti che si sono bevuti il cervello? Si, per quello.

Ma anche perché è dura svegliare dal sonno chi non vuole. E' noto che non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire, di peggior cieco di chi non vuol vedere e di peggior invalido di chi non vuole riconoscere le proprie potenzialità, come ci ricorda "Il Malato Immaginario". Noi siamo al giro di boia in cui dobbiamo aver per forza in pena la disabilità ma per glorificarne la pena. Così tutto quello che glorificheremo avrà lo stesso identico sapore della miseria. Avremo in gloria le nostre miserie.

Questo consesso di giudici quindi non temo possano agire fuori dallo spirito del nostro tempo. Hanno bisogno di esternare le loro aberrazioni, quelle che possiedono i loro scranni e le loro Menti e che per estensione sono la voce dei perdendenti nati, del massimo del minimo terreno e ultraterreno. Hanno bisogno di incensare con qualsiasi contorcimento la negazione stessa di ciò che rappresentano e devono farlo come colui che si trova tra due impossibili pressioni: non possono decidere ne esimersi dal decidere. Devono quindi arrivare a decretare l'inutilità della loro rappresentanza terrena senza dirlo. Si devono autodichiarare impotenti senza ammetterlo apertamente. Qualcuno osservava sui social che questa corte costituzionale è chiamata a giudicare se è ancora costituzionale la corte. Come a dire che sentenziare sull'ovvio per metterlo in discussione è l'opera stessa del demonio così come ce lo descrive la chiesa cattolica, da lei "inventato" e sostenuto.

Ma tutto ciò andrà in ogni caso ben oltre la Corte Costituzionale. Peserà addosso come un onta, come un infamia nei secoli dei secoli su chiunque insista che tutto ciò abbia senso e non importa quale sarà la sentenza, il tempo ha già inflitto la sua sentenza e non da scampo a nessuno, nemmeno ai togati. Da ora in poi ogni vessazione ulteriore, uscirà dall'ambito umano del perdonabile e colpirà chi si pensava superiore all'ordine stesso delle cose a prescindere da ciò che faremo, diremo, penseremo.

Non sono questioni che sono iscrivibili a un tempo, a un luogo o alle semplici forme umane. Non è un giudizio divino che cala, non ha niente a che fare con questo. Sarà più simile all'imbecille che credendo sinceramente di avere la testa più dura del muro se la spiaccicherà contro, dimostrando tutta la sua miserabile figura di m... Al Cosmo intero e senza appello.

Ma il danno che avrà creato nel frattempo spiritualmente alla massa umana con le illusioni che sarà stato capace di diffondere come una malattia, cioè l'illusione di potenza super-umana, non farà che rendere gli altri, i poveri illusi che ci hanno creduto o che hanno voluto sfruttare l'illusione pur sapendola tale per trarne vantaggi personali, rei compiacenti di quell'oscurità e con lei destinati a un contrappasso altrettanto svergognante.

Abbiate solo pietà delle miserie che li abitano, perché sono comunque anche nostre.


oriundo2006, Bertozzi e sarah hanno apprezzato
Citazione
sarah
Estimable Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 195
 

Provo a dire la mia, sperando di riuscire ad argomentare bene perché non è affatto facile. Quando anche solo un normale cittadino decide di ricorrere ad un tribunale amministrativo e si rivolge ad un avvocato, normalmente questi è in grado di fare una previsione dell'esito del ricorso. Nel caso in questione sarebbe ingenuo pensare che l'appello sia stato presentato "alla cieca" senza nemmeno immaginare che un esito come quello che leggiamo sarebbe stato quanto meno prevedibile. Ma fin qui va tutto bene, in fondo era giusto e doveroso almeno provarci, almeno tentare un'estrema difesa degli ultimi e sacrosanti diritti. Peccato che ormai le cose non funzionino più così e lo si dovrebbe aver capito evitando di percorrere strade scontate che rischiano di produrre esiti controproducenti. Molta "controinformazione" ha invece enfatizzato enormemente questa data e la sua pregnanza di significato. Così ora possiamo tutti dire che abbiamo preso un'ennesima e sonora legnata e che d'ora in avanti saremo vaccinati a forza ogni tre per due. E avanti con la frustrazione e la paura. Ma è davvero questo il significato della sentenza? Io ho piuttosto l'impressione che si sia voluto ottenere un pronunciamento della corte ( tra l'altro ex post, a soprusi già avvenuti ) travisandone le potenzialità. In effetti la corte "non ammette" l'istanza relativamente al "periodo pandemico". E qual è il periodo pandemico? A cosa fa riferimento? Forse alla durata dello "stato di emergenza"? In questo modo i giudici costituzionali assecondano l'operato del governo riuscendo al tempo stesso a sfumare i contorni e decidendo di "decidere poco". In ogni caso un insuccesso, forse voluto? Però una conseguenza certa e lampante c'è di sicuro: il mainstream ha avuto/avrà una nuova brillante occasione per auto lodarsi e pubblicizzare i suoi bei vaxxini colorati e chi non è d'accordo si sentirà sempre più solo cedendo molto facilmente ad eventuali futuri ricatti. Un capolavoro. Ma davvero dobbiamo essere difesi da gente così? Preferirei di no.

Questo post è stato modificato 1 settimana fa da sarah

RispondiCitazione
mystes
Prominent Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 986
 

Caro GioCo, la Corte Costituzionale Italiana (Cosituzionale? ma non mi faccia ridere, avrebbe detto il grande Totò) non è da sola in questo grande circo degli orrori in cui hanno trasformato la giustizia nei paesi di cultura (???) europea. In Brasile per esempio come in Argentina c'è di peggio: corti di giustizia costituzionale trasformate in partiti politici (maggioritariamnte di sinistra) con l'intento di imporre oltre ai sieri obbligatori, la censura perchè il vaccinato o il censurato, non avendo a chi ricorrere, resta in balia di un sistema corrotto e facinoroso.


RispondiCitazione
Luca VFR
Trusted Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 81
 

Cane non mangia cane.


RispondiCitazione
oriundo2006
Famed Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 2774
 

Occorrerà leggere bene la sentenza completa e le motivazioni. Per come è stata' costruita' giuridicamente mi pare difficilmente condivisibile nel suo impianto 'non-sequitur' circa il diniego di rilevanza degli effetti dei vaccini. Quanto poi alle conseguenze dell' obbligo vaccinale, in dati casi rimesso ai DPCM, siamo veramente fuori dall' impianto costituzionale con la sua rigida difesa dei diritti soggettivi, primo tra i quali alla libertà di disporre del proprio corpo come meglio si crede senza subire ovviamente limiti e vessazioni quanto al rapporto di lavoro. Insomma, non si è liberi quanto al vaccino e tendenzialmente lo siamo per cambiare sesso anche se questo può influire negativamente sulla prestazione lavorativa ?

Non mi voglio addentrare in complesse spiegazioni giuridiche riguardo a tutto ciò. Sono gli ultimi segnali di resistenza di un mondo istituzionale giunto al suo tracollo: anagraficamente prima di tutto e poi politicamente e da ultimo persino penoso nella sua difesa delle mura di una cittadella che sta crollando nella coscienza comune dei cittadini. 

Mai come oggi osservando i volti dei giudici costituzionali e quel poco del sunto della sentenza ho letto la disperazione di fronte a problemi impossibili da risolvere giuridicamente: è lo 'stato di eccezione' che si sta affacciando e a nulla può una assemplea di parruconi per impedirlo. Purtroppo questo 'stato di ecezione' ci porterà alla fine della democrazia.


LuxIgnis e sarah hanno apprezzato
RispondiCitazione
Deheb
Estimable Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 201
 

tra l'altro ex post,

Molto semplicemente. E lo stato di emergenza ha giustificato tutto. 

Di solito i giudici non capiscono una mazza di questioni mediche, si affidano a consulenti. Una partita di giro insomma.


RispondiCitazione
Pfefferminz
Honorable Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 607
 

@ Deheb

"Di solito i giudici non capiscono una mazza di questioni mediche, si affidano a consulenti."

"... poichè il vaccino disponibile non impedisce il contagio, viene a mancare il presupposto stesso per imporre l’obbligo. Punto. Non puoi obbligarmi a bere un’aranciata per fermare il Covid, se sappiamo che l’aranciata non ferma il contagio." (Massimo Mazucco)

Era veramente così difficile da capire? 


RispondiCitazione
Pfefferminz
Honorable Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 607
 

Secondo me, la dichiarazione emessa dalla Corte Costituzionale è talmente fumosa che non vale neanche la pena cercare di interpretarla. Prevedo che quando si potranno leggere le motivazioni scritte ci saranno delle sorprese, anche in positivo. Io appartengo al gruppo di coloro (gli illusi) che si aspettano che la Corte difenda la Costituzione. E se non lo fa, voglio toccare con mano. Mi ricordo ancora quando uscirono le motivazioni della sentenza in Germania: i pareri dei diversi avvocati erano così diversi gli uni dagli altri che si stentava  a credere che avessero letto lo stesso testo. Probabilmente anche la sentenza in questione lascerà aperti degli spiragli. 


oriundo2006 hanno apprezzato
RispondiCitazione
Detrollatore II
Trusted Member
Registrato: 10 mesi fa
Post: 52
 

Scusate per il mio inseparabile atteggiamento ottimista, ma non è per pregiudizio che lo scrivo: forse nessuno di voi ha pensato al lato positivo (gigantesco, importantissimo). Se la Corte avesse dichiarato incostituzionali e illegittimi gli obblighi vaccinali, ci sarebbe stato un caos inimmaginabile, con tutti i sospesi dal lavoro, i licenziati e i danneggiati da vaccino a chiedere risarcimenti...Preferirei non aggiungere altre spese allo stato, visto che io non ci sono cascato e non vorrei contribuire con le mie tasse a risarcire questa gente, che in prevalenza, aveva possibilità di scelta (e cioè farsi licenziare e non vaccinarsi, visti i rischi da correre, la salute persa e i soldi da spendere in visite mediche successivamente).
Edit: colgo l'occasione per esortare gli utenti a corroborare quanto si afferma con appositi link a fonti terze. E' secondo me ciò che più arricchisce le discussioni e dà loro una certa sostanza.
Mi è capitata questa notizia (di oggi, fresca, l'ultima della serie quindi...) che va a chiarire meglio il personaggio Meloni sulla base di ciò che fa e non delle nostre speculazioni arbitrarie e libere:
https://www.adnkronos.com/meloni-piano-mattei-per-lafrica-noi-nazione-guida_6wafBmF2nYVOBn8xGzKYA7
 

Questo post è stato modificato 1 settimana fa da Detrollatore II

RispondiCitazione
oriundo2006
Famed Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 2774
 

Detrollatore: hanno fatto firmare una dichiarazione apposita di rinuncia espressa a qualsivoglia forma risarcitoria che venisse in essere. Anche su questo occorrerebbe scendere nel dettaglio. Ma pur avendo studiato ai miei tempi il diritto penso che oggi non sia più la maniera migliore per difendere i propri interessi, anzi la propria sopravvivenza materiale. Fra poco toccherà ad altre forme occuparsene. Siamo nella china che precede la voragine della guerra civile...naturalmente se mi sbaglio potrò se del caso felicitarmi con tutti voi...


RispondiCitazione
Detrollatore II
Trusted Member
Registrato: 10 mesi fa
Post: 52
 

@Oriundo2006
Credo che quella apposita dichiarazione fatta firmare in quel modo sarebbe poi stata annullata dagli effetti di una sentenza contro l'obbligatorietà dei vaccini.


oriundo2006 hanno apprezzato
RispondiCitazione
GioCo
Noble Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 1960
Topic starter  
Pubblicato da: @detrollatore-ii

Scusate per il mio inseparabile atteggiamento ottimista, ma non è per pregiudizio che lo scrivo: forse nessuno di voi ha pensato al lato positivo (gigantesco, importantissimo). Se la Corte avesse dichiarato incostituzionali e illegittimi gli obblighi vaccinali, ci sarebbe stato un caos inimmaginabile, con tutti i sospesi dal lavoro, i licenziati e i danneggiati da vaccino a chiedere risarcimenti...

Fammi capire. Consideri "caos" cosa? Il diritto a essere risarcito dopo che ti sei (giustamente) fidato di chi è a capo del tuo Governo e dovrebbe presiedere un ordinamento che è scritto per la tutela del paese? Il fatto che ritenevi che fosse impossibile arrivare a tanto? Il caos sarebbe stato di chi l'ha creato in questo caso e non per chi rimane non tutelato. Il tuo ragionamento mira a tutelare sto schifo per caso? Come a dire che preferisci continuare a finanziare la guerra di un altro paese per non tutelare chi è rimasto nel tuo paese scottato da una catastrofe indotta dallo stesso identico sistema corrotto e impazzito?

Mi oppongo con tutte le forze in chi tenta (consapevolmente?) di operare divisione tra i disperati, disponendo chi ha diritti e chi no e insiste a voler dividere con tanta subdola violenza. Chi ha sbagliato pagherà e caro da sé come sempre si paga in questi casi la debbenaggine, con i veleni iniettati in corpo ad esempio e tanto altro, ma non sacrifico per questo il MIO bene per il prossimo!!!! Chi si è fidato rimane a posto se lo ha fatto desiderando sinceramente il bene di tutti e non lo sistituirò mai con quelli che li hanno ingannati perseguendo invece scopi di profitto personali e ipocriti!!! Ci sono pesi e misure, ed è ben diverso confondere il peso delle responsabilità di chi ha ingannato e sapeva e chi invece si è fidato scioccamente e magari adesso fatica ad accettarlo. Metterli sullo stesso piano è mefistofelico e condanna chi ci prova ben più di tutto il resto.

Preferirei non aggiungere altre spese allo stato, visto che io non ci sono cascato e non vorrei contribuire con le mie tasse a risarcire questa gente, che in prevalenza, aveva possibilità di scelta (e cioè farsi licenziare e non vaccinarsi, visti i rischi da correre, la salute persa e i soldi da spendere in visite mediche successivamente).

A parte il fatto che c'è tutto un discorso sulla Spesa (pubblica) dello Stato che può essere solo a deficit e per un buon motivo: un paese progredisce se le sue infrastrutture proggrediscono e quelle non fanno profitti, li fanno fare ad altri. Anche qui non capisco il ragionamento. "Cascato" o meno, un diritto naturale (mi pare) non è un opinione, tanto meno tua. Non è un mercanteggio. Non è una cosa che si può decidere che eserciti o meno. Se no potremmo dire che è giusto ridurre nei campi di sterminio quelli che si erano bevuti le stronzate del Nazional Socialismo e non funziona così. A me non importa una sega di chi è cosa, furbo, sciocco o accorto, ma il principio che non può essere soggetto a opinionismi o giudizi, quelli arrivano dopo. Ce l'hai e li eserciti i tuoi diritti naturali perchè riconosciuti a tutti indistintamente o non ce l'hai e subisci e se non ce l'hai non ce l'ha nessuno. Non si può concedere diritti a intermittenza un tanto al chilo perché altrimenti qualcuno si deve assumere l'onere di decidere chi ce l'ha e guarda un po', poi arriva subito quello che ti dice che lui può e tu no... Certa gente quella si che preferirei tenerla a distanza. Poi non so se invece per te è meglio eleggerla a tua rappresentanza... Non politica, intendo ideologica.

Edit: colgo l'occasione per esortare gli utenti a corroborare quanto si afferma con appositi link a fonti terze. E' secondo me ciò che più arricchisce le discussioni e dà loro una certa sostanza.
Mi è capitata questa notizia (di oggi, fresca, l'ultima della serie quindi...) che va a chiarire meglio il personaggio Meloni sulla base di ciò che fa e non delle nostre speculazioni arbitrarie e libere:
https://www.adnkronos.com/meloni-piano-mattei-per-lafrica-noi-nazione-guida_6wafBmF2nYVOBn8xGzKYA7

Le fonti esterne sono una bella cosa. Ma sostenere un dialogo coerente e logico forse viene prima... Perché poi anche Conte e il drago hanno i loro link esperti a cui riferirsi per sostenere ogni baggianata e il suo esatto contrario. O no?


sarah hanno apprezzato
RispondiCitazione
Detrollatore II
Trusted Member
Registrato: 10 mesi fa
Post: 52
 

Fammi capire. Consideri "caos" cosa? Il diritto a essere risarcito dopo che ti sei (giustamente) fidato di chi è a capo del tuo Governo e dovrebbe presiedere un ordinamento che è scritto per la tutela del paese?

Pendi dalle labbra della tv, ti fai terrorizzare, ti chiudi a tutte le voci dissonanti dalla narrazione stupida e criminale della propaganda che ti tratta peggio di un bambino demente, cerco di farti capire tutto con pazienza, continui a non capire, mi deridi e mi offendi, ti trapani il braccio, ti avverto che è pericoloso, muori, vieni danneggiato, vengono danneggiati i tuoi amici e parenti. Ancora mi offendi e mi inviti a vaccinarmi.
Cosa vuoi altro? Vuoi essere risarcito per i danni subiti da vaccino? 
Cosa credi che ho scritto in fronte?? FESSO??
Il risarcimento invece ai sospesi a causa del vaccini sì, quello è un diritto fondamentale!

Per il resto, le manovre sono già ampiamente a deficit e non credo se ne possa fare altro per risarcire eventuali danni dei vaccinati.

I governi che hanno ingannato la gente devono pagare e non escludo che Conte Speranza e sodali la faranno franca. 

Per quanto riguarda le fonti esterne magari ti faccio un esempio di quanto possano aiutare, sia a una discussione coerente e logica, sia ad arricchire le proprie opinioni espresse di una certa oggettività. 
Sono tutte cose che ho imparato (anche) proprio in questo forum, che seguo dal 2008 come te, anno più anno meno.


RispondiCitazione
Pfefferminz
Honorable Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 607
 

"Per il resto, le manovre sono già ampiamente a deficit e non credo se ne possa fare altro per risarcire eventuali danni dei vaccinati."

Vorrei solo raccontare brevemente quello che è accaduto in Germania. Verso la fine del 2019, il Bundestag ha modificato una legge che prevedeva risarcimenti per le vittime di guerra, aggiungendo come beneficiari  i danneggiati da vaccino. La legge così modificata entrerà in vigore a partire dal 2024. Facciamo un po' di conti: nel 2019 nessuno sapeva della "pandemia" e nel 2024 con ogni probabilità i danni da vaccino saranno molto evidenti. Adesso viene il bello. Questa legge, conosciuta come Lastenausgleich, prevedeva nel dopoguerra che chi aveva degli immobili doveva pagare una compensazione per coloro che avevano perso tutto. In pratica, questa legge  potrebbe risolversi in un'espropriazione della metà del valore degli immobili, da versare allo Stato nel corso di diversi anni per risarcire i danneggiati da vaccino e versare loro delle pensioni nel caso non possano più lavorare. Questo è comunque quello che temono i resistenti tedeschi, come risulta dall'articolo allegato. Conclusione: le vie per depredare i bravi cittadini sono infinite, non c'è limite al deficit che tenga.

https://www.artikeleins.info/post/impfpflicht-k%C3%B6nnte-deutschen-lastenausgleich-wieder-m%C3%B6glich-machen


RispondiCitazione
Detrollatore II
Trusted Member
Registrato: 10 mesi fa
Post: 52
 

@ Pfefferminz sì certo quando si mettono in testa una cosa la fanno. E quindi anche risarcire i vaccinati requisendo averi a tutta la popolazione. Perché no...Però devo anche dire che in Italia possiamo escludere questa eventualità per ora, non essendoci più al governo il Movimento 5Cine e i loro comparucci a sinistra, avvezzi a mettere le mani addosso ai cittadini, ai loro portafogli, ai bambini e alla proprietà privata.
Questo governo sta mostrando chiaramente una politica di rottura con quelli precedenti. Soprattutto con quello di Conte.
https://www.iltempo.it/politica/2022/12/05/news/covid-orazio-schillaci-ministro-salute-mai-piu-obbligo-vaccinale-34100916/
Raffrontate a due anni di Ministro Speranza e sottosegretario Sileri, sono già una mezza rivoluzione. Non so se ricordate quali erano i dogmi intoccabili di questa gentaglia su covid obblighi restrizioni e vaccini...
Multe per i non vaccinati sospese:
https://www.meteoweb.eu/2022/12/covid-sospese-multe-non-vaccinati-2/1001177714/

Questo post è stato modificato 6 giorni fa da Detrollatore II

RispondiCitazione
Pagina 1 / 2
Condividi: