Lavrov dice che l'E...
 
Notifiche
Cancella tutti

Lavrov dice che l'Europa è coinvolta nei processi di rinascita del neonazismo


Primadellesabbie
Famed Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 4927
Topic starter  

Dal sito della Tass di oggi (tr. quasi automatica):

Lavrov ha affermato che anche i leader europei "incoraggiano" le autorità ucraine a mostrare manifestazioni neonaziste

MOSCA, 26 novembre. /TASS/. Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov ha affermato che l'Europa fa parte dei processi di rinascita del neonazismo in tutto il mondo, e questo è stato dimostrato dalla crisi in Ucraina.

Ha fatto la dichiarazione in un'intervista che ha rilasciato per un film intitolato Nazism Under Investigation, che è stato pubblicato sabato sul sito web del ministero degli Esteri.

"Presumo che l'Europa faccia parte dei processi di rinascita del neonazismo. È difficile trarre altre conclusioni", ha affermato.

"Il presidente francese Emmanuel Macron ha recentemente chiesto perché l'Ucraina dovrebbe vivere secondo il modello che la Russia 'impone'? Una dichiarazione significativa. Negli anni che seguirono il colpo di stato, non si chiese perché i russi in Ucraina dovessero vivere secondo il modello imposto da neonazisti - un ovvio doppio standard. Senza vergogna, questo è uscito dalla bocca di un uomo che in questa fase cerca di essere il miglior politico in Europa. Incredibile!" disse il ministro.

Secondo Lavrov, l'Europa sta "recitando" insieme agli Stati Uniti. Ha anche affermato che l'UE non ha quasi più indipendenza poiché Washington ha preso il controllo di Bruxelles.

"Non ci sono quasi più voci indipendenti nell'Unione europea. Il presidente francese Macron occasionalmente, ma sempre meno frequentemente, cerca di far emergere l'"autonomia strategica" dell'UE. Nessuno permetterà loro di creare alcun tipo di autonomia, tanto meno strategica ”, ha detto il ministro.

Lavrov ha affermato che anche i leader europei "incoraggiano" le autorità ucraine a esibire manifestazioni neonaziste. Ad esempio, il presidente del Consiglio europeo Charles Michel, il presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg affermano regolarmente che c'è una lotta per i valori europei in Ucraina e il presidente ucraino Vladimir Zelensky "difende la libertà e la democrazia".

"Allo stesso modo, hanno sostenuto il colpo di stato essenzialmente neonazista del 2014, che mirava a cancellare tutto ciò che è russo sul territorio ucraino. Successivamente, questo è stato sancito da numerose leggi che vietano l'istruzione, i mezzi di informazione e la cultura russi. Oggi sostengono gli slogan in base ai quali Zelensky porta avanti la sua campagna e il suo governo", ha detto Lavrov.

 

Da qui:

https://tass.com/politics/1542225

 


Citazione
Arian Van Heisen
Trusted Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 57
 

al netto di quel che dice e pensa  Lavrov i veri Nazional Socialisti  combattevano i Giudei e non si facevano guidare da un Ebreo.. quindi più che Neo Nazisti dovrebbero chiamarli

Neo Macellai non neonazisti , quello che facevano durante il Dritte Reich

Questo post è stato modificato 2 settimane fa 2 volte da Arian Van Heisen

RispondiCitazione
PietroGE
Famed Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 3899
 

Queste bufale di Lavrov, alle quali non credono neanche i russi, sono solo il segnale che i russi sono stufi di questa guerra e che il prezzo pagato per conquistare il fazzoletto di terra sia già troppo alto. 


Arian Van Heisen hanno apprezzato
RispondiCitazione
oriundo2006
Famed Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 2774
 

https://sadefenza.blogspot.com/2022/11/intervista-kent-mclellan-boneface-un.html#more

Segnalo questa rara intervista ( molto mal tradotta ) a chi 'neonazista' si dichiara e che spiega in parte le dinamiche orrende della guerra in corso laggiù: e senza remore ne indica l' origine, a parte la qualificazione politica, nella sanguinaria strategia USA e dei suoi maggiordomi jewish di Kiev e dintorni.

La guerra è dovunque e comunque una cosa orrenda e folle. Capirne le dinamiche e le responsabilità è sempre necessario, anche e sopratutto quando il regime in cui si vive, come il nostro, è eterodiretto da parassiti ed infami della casta felici di portare morte e distruzione altrove.

Illusione: l' Ucraina è il prodromo di una 'buco nero' che ci inghiottirà tutti. Del resto, a dirla tutta, che differenza ci sarebbe se il regime di Kiev fosse diretto da 'comunisti' ? Nessuna.

Ed è su questa deideologizzazione del conflitto che dobbiamo puntare. Il liberismo criminale si serve degli ucronazi, motivati in ciò dalle infami e criminali azioni dell'armata rossa nella II GM, come in precedenza ed oggi ancora si serve dell' Isis e dei suoi succedanei. 

Il liberalismo, ovvero la sua bandiera che gronda sangue, è il nostro comune nemico: perchè non è 'liberismo' ma solo asservimento.


BrunoWald e Arian Van Heisen hanno apprezzato
RispondiCitazione
Luca VFR
Trusted Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 81
 

L'europa è stata ed è attualmente felicemente nazista. Perchè è nell'intimo sentire degli europei essere nazisti.


RispondiCitazione
Condividi: