Notifiche
Cancella tutti

LA LEGGE SULLA SICUREZZA ONLINE NEL REGNO UNITO E' UNA GRAVE MINACCIA PER LA NOSTRA PRIVACY E LA LIBERTA'

   RSS

0
Topic starter

La legge sulla sicurezza online del Regno Unito è nelle sue fasi finali ed è una grave minaccia per la nostra privacy e libertà

A cura di Rhoda Wilson

12 settembre 2023

https://expose-news.com/2023/09/12/uk-online-safety-bill-is-in-its-final-stages/

 

La scorsa settimana, la legge sulla sicurezza online del Regno Unito ha approvato la sua terza lettura alla Camera dei Lord. Questo disegno di legge significa la fine della crittografia end-to-end e la fine della privacy online per i cittadini britannici.

Implica una sorveglianza governativa di massa su qualsiasi Internet disponibile agli utenti nel Regno Unito e la sua portata si estende a qualsiasi piattaforma Internet che fornisca servizi alle persone nel Regno Unito. Ciò consentirebbe al governo del Regno Unito di attuare una sorveglianza simile a quella che Cina, Russia e altri hanno imposto su Internet all’interno dei loro confini. 

Una democrazia liberale dovrebbe condannare tali misure di sorveglianza, non attuarle.

 

La legge sulla sicurezza online sembra destinata a mandare in frantumi la privacy nel Regno Unito

Quello che segue è la traduzione semi-automatica di un articolo pubblicato da Proton il 5 settembre 2023.

 

Il Parlamento britannico è pronto a finalizzare questo mese un disegno di legge che minaccia la privacy e la libertà di parola a un livello fondamentale. Avevamo sperato che venissero presentati emendamenti dell'ultimo minuto per proteggere la crittografia e la privacy, ma sulla base delle informazioni provenienti dal Parlamento al momento della stesura di questo articolo, questa sembra ora essere una causa persa. La legge sulla sicurezza online ha lo scopo di proteggere le persone dagli abusi online, ma la legge così come è scritta darebbe invece il potere al governo del Regno Unito di violare la  crittografia end-to-end  e monitorare gli aspetti più privati ​​della vostra vita digitale.

Proton, insieme a gran parte dell'industria tecnologica, ha  condannato l'Online Safety Bill, in particolare le clausole che minerebbero la crittografia end-to-end. Ma i politici non sono stati disposti ad ascoltare, e sembra che ci siano poche speranze per cambiamenti cruciali che potrebbero salvare la crittografia.

 
Allo stato attuale, la legge sulla sicurezza online è uno degli atti legislativi più preoccupanti usciti dall’Occidente negli ultimi anni. Aprirebbe la porta a una sorveglianza di massa del tipo e della portata che Edward Snowden ha denunciato nel 2013. Il governo britannico sostanzialmente metterebbe al bando le conversazioni private di qualsiasi tipo online, il che è un affronto ai diritti umani e probabilmente metterà i britannici in maggiore pericolo. non meno.
Il disegno di legge dovrà essere sottoposto alla revisione finale alla Camera dei Lord il 6 settembre. Purtroppo, sembra che la Camera dei Lord non abbia colto quest'ultima opportunità per presentare alcun emendamento che protegga la crittografia. Quindi, sembra molto probabile che il disegno di legge venga approvato così com’è, insieme alle minacce di infrangere la crittografia. Sebbene il disegno di legge non sia stato ancora completamente finalizzato dal Parlamento, supponendo che diventi legge così come redatto, contiamo ora su  Ofcom (nuova finestra)  per lavorare a stretto contatto con l'industria per mitigare alcuni degli effetti peggiori che questo disegno di legge potrebbe avere su privacy.
 
[Aggiornamento: il 6 settembre la Camera dei Lord ha approvato il disegno di legge . È ora nelle fasi finali della preparazione per ricevere il consenso effettivo. Nonostante le deboli dichiarazioni dei ministri del governo, come le coperture di Lord Parkinson durante il dibattito della scorsa settimana, non possono sostituire i reali diritti alla privacy. Nulla nel testo della legge è cambiato. Per saperne di più: " Il governo del Regno Unito sa quanto sia estrema la legge sulla sicurezza online ".] 
 
 

Proton non accetterà la legge sulla sicurezza online

Siamo disposti a difendere aggressivamente il diritto alla privacy nei tribunali, come abbiamo fatto con successo in Svizzera.Tuttavia, non faremo nulla che possa mettere a rischio la comunità Proton.Essendo un'azienda che mette la privacy e la sicurezza al di sopra di ogni altra cosa, ci rifiutiamo di fare qualsiasi cosa che possa compromettere la nostra crittografia o i diritti dei nostri utenti e intendiamo continuare a servire la comunità Proton nel Regno Unito, indipendentemente da ciò che accadrà con la fattura. Non abbiamo violato la crittografia per i governi di Cina o Iran, e non lo faremo per il governo del Regno Unito.Se il Regno Unito persegue questo punto, preferiremo essere esclusi dall’operare nel Regno Unito piuttosto che compromettere la sicurezza e la privacy su cui fa affidamento la nostra comunità.

 

La legge sulla sicurezza online distruggerebbe la privacy nel Regno Unito

Il disegno di legge contiene una clausola che autorizza indirettamente il governo a costringere le aziende a indebolire o aggirare la propria crittografia. Abbiamo spiegato come funziona nel nostro precedente articolo  di condanna della legge sulla sicurezza online e un gruppo di organizzazioni per i diritti umani ha presentato un  appello convincente al Parlamento (nuova finestra)  chiarendo i rischi per i diritti civili. La crittografia end-to-end è alla base dello scambio sicuro di informazioni online. Noi di Proton lo utilizziamo per garantire che nessuno – né noi, né le agenzie governative, né nessun altro – possa accedere alle tue e-mail, agli eventi del calendario, ai file e ad altri dati personali. Ci aspettiamo tentativi di infrangere o indebolire la crittografia end-to-end da parte di governi repressivi come l’Iran o la Cina perché la privacy fornita da questi servizi consente il dissenso, la libertà di espressione e l’autonomia – principi che spaventano questi regimi. Il fatto che una democrazia moderna sia sul punto di approvare una legge così disastrosa è una grave minaccia. Ciò invia anche un messaggio agghiacciante alla comunità globale. Invece di condannare la sorveglianza che Cina, Russia e altri hanno imposto su Internet all’interno dei loro confini, il disegno di legge sulla sicurezza online consentirebbe al governo di attuare misure simili. Sarebbe l’ennesimo colpo contro un Internet aperto e senza censura, solo che questa volta verrebbe da una democrazia che dovrebbe difendere la libertà e la libertà di parola. Come abbiamo più volte spiegato , ogni volta che i governi tentano di limitare la privacy, non esiste una crittografia end-to-end parziale. O protegge tutti coloro che utilizzano un servizio, oppure non protegge nessuno. Questo disegno di legge minaccia di costringere le aziende a violare la crittografia end-to-end in un momento in cui  i britannici affermano di volere più privacy , non meno. I risultati sarebbero catastrofici per la Gran Bretagna:

  • Nessuno sarà sicuro se le proprie conversazioni online siano private o se vengano osservate.
  • Gli hacker cercheranno di sfruttare le nuove debolezze della crittografia, minacciando la sicurezza delle transazioni finanziarie, dei procedimenti ufficiali, delle trattative commerciali e altro ancora.
  • Le aziende potrebbero fuggire dal Regno Unito, distruggendo il futuro del paese come fiorente hub tecnologico.
  • I governi autoritari cercheranno di copiare il programma britannico, emanando leggi simili che erodono ulteriormente il diritto alla privacy e alla libertà di parola a livello globale.
  • Molti servizi non saranno più disponibili per i residenti nel Regno Unito perché le aziende preferiranno ritirarsi dal paese piuttosto che mettere deliberatamente a rischio la privacy dei propri utenti.

Tutto questo non è una novità per il Parlamento. Il governo del Regno Unito ha avuto molte opportunità di ascoltare le preoccupazioni del settore tecnologico e della sicurezza, ma finora non è stato così. Invece, suggerisce soluzioni tecnologiche che semplicemente non esistono. Non importa cosa sostengono i politici, non è possibile scansionare contemporaneamente i messaggi di tutti alla ricerca di contenuti illegali preservando la privacy.

 

Come salvare la crittografia nel Regno Unito

Abbiamo chiesto ai legislatori britannici di ascoltare le preoccupazioni del settore tecnologico e di respingere questo disegno di legge, che minaccia direttamente la crittografia end-to-end e il diritto alla privacy delle persone nel Regno Unito. Tuttavia, non pubblicando alcun emendamento che elimini l’obbligo di violare la crittografia, la Camera dei Lord ha perso un’opportunità per salvare la crittografia. 

Considerando la pressione politica, è molto probabile che il disegno di legge venga approvato. Se dovesse essere approvato come previsto, dobbiamo rivolgerci a Ofcom per ascoltare le centinaia di esperti di sicurezza, privacy e tecnologia che hanno sollevato preoccupazioni e lavorare a stretto contatto con l’industria sulle implicazioni sulla privacy nell’attuazione di questo disegno di legge. Ofcom ha l'opportunità di mitigare le minacce alla crittografia e, soprattutto, di collaborare con l'industria per proteggere la privacy dei cittadini del Regno Unito.

Per la nostra comunità nel Regno Unito, è giunto il momento di far sentire la vostra voce. Questo disegno di legge minaccia i tuoi diritti fondamentali alla privacy e alla libertà di parola. Non lasciate che il vostro governo si prenda le vostre libertà civili senza combattere.

Comprendiamo e apprezziamo il desiderio del governo britannico di rendere Internet un posto migliore per tutti perché questa è anche la nostra missione. Le persone potrebbero non essere d'accordo sui passaggi esatti per arrivarci. Ma la privacy e la libertà di espressione devono far parte di qualsiasi mondo vogliamo creare. La crittografia end-to-end è un garante tecnologico di questi diritti. 

Proton è pronta a collaborare con Ofcom e il governo del Regno Unito per promuovere la sicurezza online proteggendo al tempo stesso la crittografia end-to-end per tutti.

Immagine in primo piano: Il Regno Unito introduce la sorveglianza di massa con una legge sulla sicurezza online , Settimana della sicurezza, 30 marzo 2023

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Questa argomento è stata modificata 9 mesi fa 2 volte da oldhunter
Condividi: