Notifiche
Cancella tutti

SIETE PRONTI PER IL PROSSIMO PASSO DELLA CABALA GLOBALISTA?

   RSS

0
Topic starter

Siete pronti per il prossimo passo della cabala globalista?

Analisi del Dott. Joseph Mercola

articles.mercola.com

4 novembre 2023

Link: https://articles.mercola.com/sites/articles/archive/2023/11/04/artificial-intelligence-powered-tyranny.aspx?cid_source=dnlsubstack&cid_medium=email&cid_content=art1HL&cid=20231104_SU

 

Nel prossimo anno internet così come lo conosciamo scomparirà?

Video, guarda su YouTube: https://www.youtube.com/watch?v=BlfZ91Pot-w

 

Sintesi dell’articolo

  • Scegliere tra Hamas e le Forze di Difesa israeliane è una falsa scelta. La parte con cui dovremmo stare è quella dei civili innocenti, indipendentemente da dove vivono. Solo ponendoci contro la guerra potremo opporci al nemico giusto perché, in definitiva, la maggior parte se non tutte le guerre vengono combattute a beneficio dei banchieri centrali e dei loro alleati globalisti.
  • Coloro che si schierano con i guerrafondai scelgono la schiavitù e la distruzione dell’umanità, poiché il tintinnio delle sciabole in Medio Oriente è uno strumento per centralizzare ulteriormente il potere e il controllo sulla popolazione globale.
  • La prossima azione della scalata globalista prevede un attacco informatico alle banche entro la fine del prossimo anno. L’attacco informatico distruggerà l’attuale sistema bancario e introdurrà valute digitali programmabili da parte delle banche centrali ed eliminerà la privacy online, obbligando tutti ad avere un’identificazione digitale legata al proprio ISP
  • Tutta l’attività online sarà sorvegliata e analizzata dall’intelligenza artificiale e i dati verranno utilizzati per prevenire il crimine prima che accada. Anche i reati di pensiero avranno delle conseguenze che potrebbero comportare il sequestro della proprietà privata e/o la rimozione di “privilegi” precedentemente intesi come diritti umani
  • Tutti devono ora scegliere tra schiavitù o libertà. Non fare una scelta consapevole è di per sé una scelta. Se scegliete la libertà, dovete fare piani su come sopravvivere al di fuori del sistema schiavista messo in atto e supportare le alternative Big Tech che offrono una completa privacy

 

Secondo me Whitney Webb è una delle migliori giornaliste investigative del web e svolge ricerche meticolose sugli argomenti su cui si concentra. Nel video qui sopra, Marty Bent del podcast TFTC Bitcoin la intervista su come i banchieri centrali intendono utilizzare l'intelligenza artificiale (AI) per controllare la vita di tutti sulla terra.

Questa è una delle interviste più scioccanti e preoccupanti che ho sentito da molto tempo in quanto contiene una triste previsione su come probabilmente avremo solo un anno nella migliore delle ipotesi o forse sei mesi per goderci Internet come lo conosciamo. Ora. Anche se pesantemente censurato è ancora utilizzabile. Questa funzionalità di base potrebbe scomparire se le sue previsioni sono accurate.

In tal caso, non avrete accesso a questo sito o alle newsletter giornaliere che forniamo e a tutti gli aggiornamenti che pubblicheremo se si verifica questo scenario. Quindi, per proteggervi da questo scenario, vi vorrei suggerire di iscrivervi per ricevere messaggi tramite SMS sul vostro cellulare.

 

Dovrete connettervi con noi col cellulare nel caso in cui Internet non ci sia più

Come spiega la Whitney nella sua intervista qui sopra, è probabile che durante il prossimo anno si verifichi un attacco informatico false flag alle banche simile a quello dell’11 settembre. Utilizzeranno quindi questo attacco per chiudere Internet e attuare un draconiano Cyber ​​Patriot Act.

Non abbiamo idea di quanto tempo Internet rimarrà inattivo, ma potrebbero volerci settimane o più. Se ciò accade, non saremo in grado di fornirvi aggiornamenti importanti e avremo solo la vostra email. Questo è il motivo per cui vi esorto a iscrivervi nel modulo sottostante in modo che possiamo connetterci con voi inviando messaggi al vostro telefono. (Solo numeri di telefono statunitensi.)

 

Divide et impera

Come ha detto la Webb, chi tira i fili cerca sempre di dividere le persone usando richiami emotivi, e questa situazione ne è un classico caso. Sei con Hamas o con le Forze di Difesa Israeliane (IDF)? È una falsa scelta. La parte con cui dovremmo stare è quella dei civili innocenti, indipendentemente da dove vivano. "Dovremmo semplicemente scendere dalla scacchiera e smettere di giocare al loro gioco", ci dice.

In effetti, solo ponendoci contro la guerra potremo opporci al nemico giusto perché, in definitiva, la maggior parte se non tutte le guerre vengono combattute a beneficio dei banchieri centrali [a] e dei loro alleati globalisti, non a beneficio delle nazioni, delle cause umanitarie o democratiche. Come ci ha detto la Webb:

"Metà della popolazione di Gaza è costituita da giovani di età inferiore ai 18 anni [cioè, al di sotto dell'età per votare e che non hanno votato per Hamas al potere], quindi promuovere i bombardamenti a tappeto di quella [area] e il rifiuto di far entrare gli aiuti umanitari... non è propriamente da lodare".

La Webb sottolinea inoltre che non c’è praticamente alcuna possibilità che le forze israeliane non abbiano visto arrivare l’attacco del 7 ottobre 2023 [b]. “È semplicemente assurdo che non potessero sapere in anticipo cosa sarebbe successo”, dice la Webb, “e ci sono veterani dell’IDF e israeliani che sicuramente non sono amici della Palestina o di Hamas che dicono che è così".

 

"L'11 settembre di Israele"

Il riferimento di Israele a quell'attacco come “l'11 settembre di Israele” potrebbe essere un altro indizio.

"Se hai familiarità con la realtà dell'11 settembre, ci sono solo poche possibilità. O è stato fatto intenzionalmente dalle agenzie di intelligence, oppure le agenzie di intelligence hanno permesso che accadesse", dice la Webb"Quindi, penso che possiamo presumere che possibilità simili potrebbero essersi verificate qui con Israele, perché prima che tutto ciò accadesse, Netanyahu stava affrontando importanti problemi a livello nazionale, un'enorme quantità di proteste contro di lui, grandi tentativi per rimuoverlo dal potere".

Come notato da Bent, l'11 settembre ha inaugurato il Patriot Act (che era chiaramente stato scritto e aspettava dietro le quinte proprio il momento giusto) che "ha portato al distopico paesaggio infernale in cui viviamo attualmente, ed è semplicemente sbalorditivo" che le persone non riescano a [riconoscere] lo schema... Ora lo si ripete di nuovo nello stesso modo".

In effetti, le somiglianze sono sorprendenti. La differenza principale è che ora abbiamo il senno di poi che non avevamo nel 2001. Oggi, le ramificazioni del Patriot Act sono diventate chiare e, mentre l’agenda del Great Reset avanza, possiamo vedere quanto sia stata importante l’attuazione del Patriot Act a quell'ordine del giorno.

Durante la pandemia di COVID, la cabala globalista ha iniziato a rivelare le sue vere intenzioni come mai prima d’ora. Molti dei giocatori hanno addirittura smesso di fingere che si trattasse di qualcosa di diverso dalla sottomissione delle masse.

Poiché ora sappiamo che l’obiettivo dei globalisti è schiavizzare l’umanità in una distopia tecnocratica e transumanista in cui tutto ciò che diciamo e facciamo è noto al governo e può essere usato contro di noi, dovremmo essere molto cauti nell’incoraggiare una guerra che possa poi essere usata per giustificare una sorta di Patriot Act globale.

 

Prossimamente: un attacco informatico alle banche?

La Webb passa alla fase successiva della presa di potere globalista che sembra includere un attacco informatico alle banche prima della fine del prossimo anno.

"Esiste un partenariato pubblico-privato [The Partnership Against Cybercrime] ospitato all'interno del World Economic Forum (WEF) [e] i gruppi che compongono questo partenariato sono l'FBI, il DOJ, i servizi segreti, una delle agenzie di sicurezza israeliane, il National Crime Agency dell’UK, un gruppo di banche e alcune aziende tecnologiche... Palantir, PayPal, Microsoft.

Sono guidati da un'ex spia israeliana di nome Tal Goldstein... Jeremy Jurgens, che è il numero 2 del WEF dopo Claus Schwab, al grande incontro del WEF all'inizio di quest'anno aveva detto “Sì, [ci sarà un] grande, gigantesco attacco informatico prima del 2025".

La Partnership Against Cybercrime - cioè il Dipartimento di Giustizia e tutti questi ragazzi - dice che ci sarà un attacco informatico alle banche. Non è conveniente? Le banche possono semplicemente dire: "Siamo crollati, ma non è stata colpa nostra". È stata colpa di questi terribili hacker'. E sono sicura che gli hacker saranno Hamas e l'Iran.

Possono incolpare chiunque, perché, come sappiamo da Vault 7 e Wikileaks, la CIA ha la capacità di incastrare letteralmente qualsiasi governo voglia, o qualsiasi gruppo voglia, di aver effettuato un attacco informatico, e la CIA ha perso il controllo di questi strumenti – da cui Wikileaks li ottiene per pubblicarli - quindi chiunque può farlo [e] chiunque può incolpare chiunque, quindi l’attacco è molto difficile da attribuire.

Anche se si guardano i titoli sugli attacchi informatici avvenuti negli ultimi anni, di solito si tratta di una società di sicurezza informatica che, se si guarda il suo sito web, è stata creata da In-Q-Tel (la CIA) o dall'unità israeliana 8200, che è l'equivalente israeliano della NSA, e dicono cose del tipo: "Alta probabilità che siano stati questi ragazzi e la nostra prova è che non abbiamo alcuna prova, ma sembra qualcosa che pensiamo abbiano già fatto prima".

Voglio dire, non ci sono prove di nulla, ma da quella stupidaggine si ottiene un titolo che dice "i responsabili sono Hacker cinesi " o "sono Hacker iraniani i responsabili" e questo è tutto ciò che la gente vede e legge".

Come fatto notare da Bent:

"È molto facile capire che potremmo essere nel primo capitolo di un fallimento bancario sistemico. Si inizia con questo conflitto in Medio Oriente, continua a crescere e poi c'è una scusa per iniziare ad attaccare i presunti nemici ed è così che le banche vengono attaccate".

Secondo Webb, un gruppo di grandi banche affiliate al WEF chiamato FS-ISAC (Financial Services Information Sharing and Analysis Center) sta giocando a questo gioco dal 2021.

"Hanno collaborato con la Banca Centrale Europea, la FED [Federal Reserve] e il Carnegie Endowment, che all'epoca era gestito dall'attuale direttore della CIA William Burns, raccontando esattamente come si sarebbe svolto l'attacco informatico alle banche".

 

Le CBDC con qualsiasi altro nome sono ancora CBDC

Quando le banche saranno state colpite da un grave attacco informatico, le banche centrali “salveranno la situazione” introducendo una valuta digitale programmabile emessa della banca centrale (CBDC) con cui ogni transazione potrà essere tracciata. Nelle aree in cui la consapevolezza pubblica sui rischi delle CBDC è eccessiva, come gli Stati Uniti, si potrebbe cercare di mantenere il sistema a due livelli così come esiste con l’attuale sistema Fed Now. Come spiegato da Webb:

"Le CBDC esistono, ma il pubblico non interagisce necessariamente con queste, il che è essenzialmente ciò che farà FED Now. Si tratta di accordi tra banche. Utilizzeranno le CBDC. Il pubblico interagirà invece con i token di deposito che "Saranno emessi dalle banche commerciali. Non si chiamano CBDC ma sono denaro programmabile e correranno sui binari della FED Now".

Tutte le grandi banche hanno aderito al concetto di token di deposito e asset tokenizzati – e al sistema di controllo che ne deriva. Il capo di JP Morgan Chase, Jamie Diamond, ha recentemente suggerito che le proprietà private dovrebbero essere sequestrate allo scopo di combattere il cambiamento climatico, ed è esattamente ciò che saranno in grado di fare con gli asset tokenizzati. "Quindi, non deve essere necessariamente una CBDC per ottenere gli stessi risultati", afferma la Webb.

 

La fine dell’anonimato online

La seconda cosa che accadrà una volta avvenuto l’attacco informatico alle banche sarà l’eliminazione dell’anonimato online.

Tutti devono scegliere tra la libertà e la schiavitù, e la possibilità di scegliere la libertà si sta rapidamente chiudendo.

I principi del "conosci il tuo cliente" (KYC) saranno imposti a tutti per ogni cosa, e tutto ciò che non lo sarà verrà reso illegale con una giustificazione della sicurezza nazionale. In sostanza, quello che stiamo vedendo è un cyber Patriot Act, che consentirà la sorveglianza illimitata delle attività online di tutti e la possibilità di limitare o bloccare l’accesso a Internet.

"Naturalmente, la fine dell'anonimato online significa collegare un ID [digitale] rilasciato dal governo al tuo accesso a Internet... a livello di ISP, ed è quello che hanno previsto. Internet come lo conosci non esisterà più dopo quanto accadrà", dice la Webb.

"L'obiettivo non è l'anonimato, punto, ma che tutto ciò che farete sia sorvegliato e registrato, con l'intelligenza artificiale che supervisiona tutto e fa da polizia predittiva, cose pre-crimine basate su ciò che avete già fatto e ciò che potreste fare.

Quindi, la cosa più importante da fare è non partecipare al sistema dopo quell'evento. Basta, non farlo.

Direi che, se volete alcune delle cose che sono attualmente su Internet, in termini di conoscenza, fatene il backup offline. Scaricatele. Mettetele sui dischi rigidi. Mettetele in una cassa schermata. Tenetele al sicuro, perché se potreste volere quella roba dopo che tutto questo è successo, e non volete dover ricevere un’etichetta da bestiame per poter essere online, dovete assolutamente prevedere il futuro.

Perché se volete credere a quello che dice il WEF su questa linea temporale - e io lo prenderei sul serio - avete un anno, più o meno qualche mese, prima che Internet venga distrutto".

 

Segnali di avvertimento di ciò che verrà

Se tutto ciò sembra incredibile, guardate cosa è già successo. Come ha fatto notare la Webb, Microsoft ha recentemente annunciato che quando utilizzate Microsoft Windows i vostri dati non sono più vostri.

Microsoft può utilizzare i vostri dati senza il vostro consenso per addestrare la propria intelligenza artificiale e non potete evitarlo. Inoltre, Microsoft può eliminare i vostri dati se lo desidera e impedirvi di accedere al vostro dispositivo bloccando il vostro ID Microsoft.

"Là dove sta andando Microsoft, non sarete in grado di mantenere l'accesso ai vostri dati a meno che non evitiate di commettere reati mentali... Se siete seriamente intenzionati a combattere questa roba, non avete scuse per non investire in una sorta di roba tecnologica che consenta la libertà.

Quindi, penso decisamente che le persone... debbano prestare molta più attenzione, considerando ciò che stiamo affrontando... e supportare gli sviluppatori che stanno sviluppando quella tecnologia.

C'è un enorme bisogno di disinvestire il più possibile dalle Big Tech, e bisogna farlo rapidamente, perché la scelta è o partecipare al sistema progettato per voi da dei pazzi e diventare degli schiavi, oppure non diventare degli schiavi.

E se non volete essere schiavi, dovreste investire ora in alternative Big Tech, a meno che non vogliate vivere una vita completamente analogica...

La strada più semplice è quella della schiavitù, ed è così che l'hanno appositamente progettata. Il punto di forza di questo sistema è che è comodo e facile. Quindi, ovviamente, ci vorrà del lavoro per prendere una strada divera, ma il futuro della libertà umana dipende da questo, quindi penso che sia una scelta abbastanza semplice".

Un esempio di "tecnologia della libertà" menzionato nell'intervista è Above Phone [1] che offre smartphone e laptop non-google [come gli smartphone Huawei?, ndt].

 

Tirannia dell’IA e società a due livelli

Webb ha recentemente scritto un articolo per il Solari Report di Catherine Austin Fitts sull'intelligenza artificiale, basato su "The Age of AI: And Our Human Future", un libro di Henry Kissinger e dell'ex CEO di Google Eric Schmidt. Il suo articolo si intitola "The Final Coup", perché secondo lei è proprio questa l'essenza della intelligenza artificiale.

"La loro tesi è che l'intelligenza artificiale sarà molto più intelligente di noi da essere in grado di vedere aspetti della realtà che noi non possiamo vedere, perciò dovremo assolutamente avere fiducia che qualunque cosa ci dica riguardo a questa invisibile realtà nascosta, essa sia totalmente realtà, e non un'allucinazione dell'IA, ma un dato reale; un fenomeno reale, in cui l'IA presenta qualcosa di dimostrabilmente falso come un dato di fatto.

Potrebbe facilmente essere che qualunque sia la "realtà" che l'IA sta identificando sia delirante, o semplicemente inventata... Ad ogni modo, non ne parlano affatto nel loro libro. Dicono semplicemente che l'intelligenza artificiale ci permetterà di perseguire questa fantastica ricerca di super conoscenza e saremo in grado di vedere realtà invisibili.

Ma c’è un compromesso, dicono, e il compromesso è che per sbloccare il pieno potenziale dell’intelligenza artificiale dobbiamo essenzialmente cedere la nostra capacità di percepire la realtà. Dobbiamo... approfondire [il nostro coinvolgimento con l'intelligenza artificiale] fino al punto in cui dipendiamo dall'intelligenza artificiale per prendere le nostre decisioni diventando però cognitivamente indeboliti dall'intelligenza artificiale.

Ciò significa che non staremo usando il nostro cervello come facevamo prima per prendere decisioni, ragionare e percepire la realtà. L’intelligenza artificiale farà tutto questo al posto nostro. Questo è ciò che immaginano in modo molto distopico, ma poi iniziano a parlare di questo modello di società a due livelli. Questa “rivoluzione” dell’intelligenza artificiale darà grande potere ad alcune persone, ai politici, ai capi delle multinazionali, alle persone che progettano l’intelligenza artificiale, che la codificano, la caricano e la regolano. Lo troveranno molto potenziante. Ma le persone che fruiranno dell’intelligenza artificiale... tutti gli altri, in realtà... rimarranno sconcertati dal suo processo decisionale opaco. Saranno privati ​​del loro potere [di scelta] o lo troveranno sconcertante e non avranno più alcun controllo sulle proprie vite. E poi, col tempo, cesseranno di essere in grado di rendersi conto di ciò che gli è accaduto. Questo è letteralmente ciò di cui parla il libro.

Parlano di come l’intelligenza artificiale attirerà le persone, principalmente questa classe senza potere, in una nuova versione della realtà che viene progettata dalla classe potenziata, i tecnocrati. È molto stile Matrix e molto inquietante. Ha anche a che fare con quello che dicono sarà il controllo dell’intelligenza artificiale sullo spazio delle informazioni.

Naturalmente, ciò diventerà davvero efficace una volta che sia l’intelligenza artificiale che Internet saranno fortemente regolamentati da un’autorità centralizzata, che è ciò che le Nazioni Unite si preparano a fare il prossimo anno”.

Se le Nazioni Unite riusciranno a farcela, l’intelligenza artificiale non solo censurerà Internet, ma scriverà tutte le informazioni a cui potrete accedere su Internet e le Nazioni Unite saranno l’autorità centrale di tutto ciò.

Come notato dalla Webb, questo libro è importante, perché Schmidt è de facto lo zar dell’intelligenza artificiale negli Stati Uniti. Finanzia tutti gli esperti di intelligenza artificiale nell’amministrazione del presidente Biden (anche se per lui è illegale farlo) e sviluppa le politiche di intelligenza artificiale dell’amministrazione. Pertanto, sta guidando attivamente l’agenda statunitense per lo sviluppo, l’adozione e l’espansione dell’IA.

 

Una scelta che va fatta

La Webb è figurativamente un vulcano di informazioni - persone, organizzazioni, aziende e collegamenti tra loro – quindi per maggiori dettagli, dovreste sicuramente dedicare del tempo ad ascoltare questa intervista. Ho solo sfiorato la superficie di tutto ciò di cui parla.

La conclusione fondamentale, però, è questa: tutti devono scegliere tra libertà e schiavitù, non solo per sé stessi ma anche per i propri discendenti delle generazioni future, e la possibilità di poter scegliere la libertà si sta rapidamente chiudendo. Rimandare questa scelta è di per sé una scelta. State automaticamente scegliendo la schiavitù e, in definitiva, la distruzione del genere umano stesso. Quale sarà la vostra scelta?

 

 

Note e riferimenti

a. https://takecontrol.substack.com/p/all-wars-are-bankers-wars

b. https://takecontrol.substack.com/p/is-a-new-world-war-about-to-begin

  1. Above Phone, https://abovephone.com
Questa argomento è stata modificata 7 mesi fa 4 volte da oldhunter
1 risposta
0

linux, vpn, dark web
questi sconosciuti

Condividi: