Notifiche
Cancella tutti

MARINE LE PEN


mystes
Prominent Member
Registrato: 7 mesi fa
Post: 827
Topic starter  

 

?w=876&h=484&crop=1

 

Nel suo terzo tentativo di raggiungere il Palazzo dell'Eliseo, Marine Le Pen, affronterà il secondo turno delle elezioni in Francia contro l'attuale presidente, Emmanuel Macron, che l'ha anche sconfitta al secondo turno nel 2017.

Anche se Macron è stato il più votato al primo turno e conduce i sondaggi al secondo con un vantaggio tra due e dieci punti (secondo diversi sondaggi), l'ala destra ha le migliori possibilità delle sue tre candidature presidenziali per essere eletta: dopo non aver raggiunto il secondo turno nel 2012, la differenza ora sembra essere ben al di sotto degli oltre 30 punti percentuali che lo separavano da Macron nella gara finale di cinque anni fa.

Le Pen ha beneficiato questa volta di un discorso incentrato sull'aumento dei prezzi e del costo della vita, principali preoccupazioni dei francesi, e di aver annacquato il discorso euro-scettico e anti-immigrazione (soprattutto contro i musulmani) discorso che le aveva dato nel passato molta notorietà. In questo senso le somiglianze con Salvini sono notevoli.

Tra le altre cose, il programma politico della Le Pen prevede di limitare l'arrivo dei solo immigrati con legami familiari e che hanno diritto di asilo politico, proibire l'uso del velo islamico in tutti gli spazi pubblici e dare priorità ai cittadini francesi rispetto agli stranieri nei programmi di tutti i servizi sociali.

In altri punti, tuttavia, Marine Le Pen ha posizioni sorprendenti per coloro che si erano fatta una certa immagine della candidata di destra. Ecco alcuni di loro:

È alleata di Putin

Le Pen nel 2014 aveva detto di ammirare il presidente russo Vladimir Putin per "mettere al primo posto gli interessi della Russia e del popolo russo", lo stesso anno in cui il suo partito, il Fronte Nazionale (che a partire dal 2018 sarà chiamato Raggruppamento Nazionale) ha ottenuto prestiti per un totale di circa 11 milioni dalle banche collegate al Cremlino.

Le Pen aveva anche affermato che l'annessione della penisola di Crimea ucraina promossa da Putin non era illegale e che il plebiscito che aveva approvato l'incorporazione era un voto "indiscutibile", anche se non è riconosciuto dall'Occidente. Nel 2017, aveva chiesto il ritiro delle sanzioni contro la Russia e aveva visitato Putin al Cremlino.

Questa posizione della Le Pen d’altronde riflette una tendenza generale della destra europea con l’unica eccezione della Lega Italiana la quale ha assunto recentemente posizioni alquanto deprecabili.

Tuttavia, temendo le conseguenze della guerra, la Le Pen ha difeso "l'integrità territoriale" dell'Ucraina e l'accoglienza dei rifugiati dell'ex repubblica sovietica. Ha anche sostenuto le sanzioni a causa dell'invasione scoppiata il mese scorso, ma ha detto che non dovrebbero essere applicate al gas e al petrolio russi.

Sull’aborto ha evidenziato una posizione che non concorda con altri partiti di destra. Infatti in un'intervista del 2014, Le Pen aveva detto che "nessuno può essere felice" di un aborto e aveva sostenuto l'attuazione di politiche per aiutare le madri senza condizioni economiche durante la gravidanza, ma non si è opposta alla legalità della procedura. "Il divieto [di aborto] non è la strada", aveva affermato.

Le Pen ha quindi sostenuto il mantenimento della legislazione francese sull'aborto. L'interruzione volontaria della gravidanza fino alla decima settimana di gravidanza è stata legalizzata nel paese nel 1975. Il limite è stato prorogato a 12 settimane nel 2001 e a 14 settimane quest'anno.

Quanto al suo programma economico ha alcune affinità con quello della sinistra. Nelle sue cinque candidature alla presidenza della Francia, Jean-Marie Le Pen, padre di Marine, aveva difeso un'agenda economica di destra: libero mercato e privatizzazioni. Molte delle proposte della figlia in questo settore, tuttavia, sono più vicine alla sinistra.

Marine Le Pen vuole dare priorità ai prodotti francesi in una rinnovata forma di protezionismo, ridurre l'età minima di pensionamento a 60 anni per coloro che hanno iniziato a lavorare prima dei 20 e mantenere i 62 anni per gli altri. Macron vuole invece aumentarla a 65.

Su altre proposte di economia della Le Pen, Macron ha affermato che il programma del suo avversario avrebbe creato disoccupazione di massa perché avrebbe allontanato gli investitori stranieri e non si sarebbe sostenuto in termini di bilancio.

Infine La Le Pen ha rinunciato all’uscita dall’Euro (anche in questo, convergenza con Salvini!) ma ciò nonostante si dichiara ancora euroscettica.

Un politico del Raggruppamento Nazionale ha detto alla rivista Time che un referendum per far uscire la Francia dall'Unione Europea (il "Frexit") non è stato preso in considerazione, comunque l'antipatia di Le Pen per l’UE continua, forse perché tiene d’occhio gli ultra conservatori e nazionalisti francesi.

L'obiettivo è ridurre i contributi della Francia all'UE e promuovere una coalizione con i paesi governati da politici con cui ha affinità, come l'Ungheria e la Polonia, governati rispettivamente dal primo ministro Viktor Orbán e dal presidente Andrzej Duda.

Per quanto riguarda la NATO, ha dichiarato di vuole rimuovere la Francia dalla struttura di comando integrata dell'organizzazione, "in modo da non essere più coinvolti in conflitti che non sono nostri". Almeno in questo dimostra di avere una posizione più coerente con i principi della sovranità nazionale, ma la Francia se lo può permettere visto che è considerata un paese vincente nella seconda guerra mondiale, mentre sull’Italia continuerà a pesare l’onta della sconfitta e del tradimento e quindi della sottomissione alle decisioni politiche e militari americane.

Questa argomento è stata modificata 3 mesi fa da mystes

Citazione
Arian Van Heisen
Eminent Member
Registrato: 6 mesi fa
Post: 30
 

 Caro mystes sei rimasto al 2014 la Le Pen ha cambiato il suo programma, non è affatto amica di Putin ed ultimamente ne ha dette peggio di Biden sul suo conto, oltre   fatto marcia indietro sull' Euro e sull' Eu, insomma è stata cooptata anche perchè se è in fallimento come puo pretendere di governare un Paese importante come la France ? 

P.S. spero tuttavia di sbagliare considerando Marine la meno peggio tra gli aspiranti.

Questo post è stato modificato 3 mesi fa da Arian Van Heisen

RispondiCitazione
mazzam
Honorable Member
Registrato: 7 mesi fa
Post: 691
 

La LP è il cul de sac del dissenso francese.

Come Meloni da noi.

qualcuno fuori dal giro dei puzzoni ci voleva all’Aspen gliel’avranno spiegato bene.

 


RispondiCitazione
Condividi: