"A Gaza si combatte...
 
Notifiche
Cancella tutti

"A Gaza si combatte. Israele si smarca dai consigli USA" . Che effetti avrà nel resto del mondo il prossimo massacro israeliano ? Si muoverà l'occidente prima dell'esplosione dell'ira arabo-islamica ?


marcopa
Illustrious Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 8221
Topic starter  

A Gaza si combatte. Israele si smarca dai “consigli” USA. La Turchia chiede la corte internazionale per Netanyahu

 

Fonte Contropiano

Aggiornamenti. Mentre Israele riporta a casa dal Qatar i negoziatori degli ostaggi, i colloqui su una tregua a Gaza – come prevedibile e come annunciato sia da Netanyahu che da Gallanti – sono finiti in un vicolo cieco.

La vicepresidente degli Stati Uniti Kamala Harris ha chiamato l’emiro del Qatar, lo sceicco Tamim Bin Hamad Al-Thani, per ringraziarlo dei suoi sforzi nel garantire la pausa di una settimana, che ha permesso il rilascio di oltre 100 ostaggi.

Ma proprio dai parenti degli ostaggi viene la richiesta di non rinunciare alla tregua. “La fine del cessate il fuoco e il ritorno ai combattimenti obbligano a dare un aggiornamento immediato alle famiglie degli ostaggi“, afferma il forum dei parenti degli ostaggi israeliani.

Gli ostaggi che sono tornati chiedono di incontrarsi questa sera con il primo ministro e i membri del gabinetto di guerra, insieme a tutte le famiglie di coloro che rimangono in ostaggio. Ogni giorno potrebbe essere l’ultimo, non possiamo lasciarli lì“, si legge nella loro dichiarazione.

*****

Combattimenti a Gaza. Un alto ufficiale israeliano tra i morti del 7 ottobre

Le forze armate israeliane hanno riferito sabato pomeriggio che diversi scontri tra militari israeliani e i combattenti palestinesi sono stati registrati nel nord della Striscia di Gaza per tutto il giorno.

In particolare le Brigate Al Qassam parlano di combattimenti e colpi inferti a carri armati e bulldozer israeliani nelle aree di Sheikh Radwane e Tawan. Alcuni video diffusi documentano le azioni contro i militari israeliani.

Nell’ultima ora, diversi razzi sono stati lanciati dal Libano verso l’area di confine, afferma l’IDF, aggiungendo che sta rispondendo con bombardamenti di artiglieria alle fonti dell’incendio. Hezbollah ha dichiarato di aver preso di mira il sito israeliano di Metulla e di averlo colpito ripetutamente. L’esercito israeliano in precedenza aveva dichiarato di aver bombardato ed effettuato attacchi aerei contro siti di Hezbollah nel sud del Libano.

Le Forze armate israeliane affermano che un alto ufficiale scomparso dal 7 ottobre è stato ucciso quel giorno e i suoi resti sono trattenuti da nella Striscia di Gaza.

Si tratta del colonnello Asaf Hamami, 41 anni, comandante della Brigata Sud della Divisione di Gaza, adesso riconosciuto come un “soldato caduto detenuto da un gruppo terroristico“, annuncia l’IDF. Hamami era l’ufficiale più alto in grado ad essere stato preso in ostaggio da palestinesi il 7 ottobre.

Un palestinese è stato ucciso ieri dopo che, secondo il portavoce militare israeliano, aveva cercato di avventarsi con un coltello contro soldati che presidiavano un posto di blocco a pochi chilometri da Nablus, in Cisgiordania.

articolo integrale al link

https://contropiano.org/news/internazionale-news/2023/12/03/a-gaza-si-combatte-israele-si-smarca-dai-consigli-usa-la-turchia-chiede-la-corte-internazionale-per-netanyahu-0167169

 


Citazione
Tag argomenti
marcopa
Illustrious Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 8221
Topic starter  

Il governo israeliano ha imboccato con decisione una strada spaventosa, non si vedono vie di uscita. Ma non per Hamas, bensì per i due milioni di abitanti di Gaza.

 

L' orizzonte futuro 'è un massacro totale dei palestinesi, una pulizia etnica completa.

Non si va verso  l' espulsione impossibile dei palestinesi della striscia di Gaza, ma si va verso un vero genocidio dei palestinesi di Gaza.

 

La reazione violenta arabo islamica sta montando, e probabilmente anticiperà una reazione frenante dell' occidente verso Israele o una ribellione contro Netanyhau in israele.

 

Lo schema seguente oggi mi sembra verosimile, probabile

 

la violenza israeliana è esagerata e ci saranno tre reazioni

 

- l' ira arabo islamica

- un freno dall' occidente ad Israele

--la rivolta interna ad Israele fomentata dai parenti degli ostaggi.

 

l' incognita sono i tempi di queste tre reazioni, 

 

ma oggi ci sono le condizioni perché si verifichino tutte e tre.

 

Ne riparleremo, se si verificherà la mia ipotesi, ma anche se verrà smentita.

Questo post è stato modificato 2 mesi fa da marcopa

RispondiCitazione
Condividi: