Cercasi spiegazione...
 
Notifiche
Cancella tutti

Cercasi spiegazione: così in basso così in alto

Pagina 5 / 5

R66
 R66
Trusted Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 83
Topic starter  

Faccio un ultimo appunto in quanto tra copia, incolla, taglia e cuci ho cannato "risposte" con "conferme", giustamente hai fatto notare l'incongruenza con l'intero messaggio.
La versione doveva essere: "In definitiva conferme non ne cerco..."
Sono colpevole, piccolo chiarimento, tutto qui! 😉


RispondiCitazione
cedric
Noble Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 1697
 
Pubblicato da: @luxignis

 Ed è proprio perché la conosco che la ritengo almeno in molte sue parti molto lontano dallo Spirito. E comunque andrebbe conosciuto l'ebraico antico per capirci qualcosa. Chiunque non lo conosca dice stronzate.

Vale la pena di spendere due parole per non ricadere nelll'esoterismo iniziatico.

Non serve assolutamente conoscere l'ebraico antico (senza vocali e senza segni di interpunzione): per leggere una ottima versione italiana della tanak c'è la Nuova Diodati, quella che il calvinista Giovanni Diodati tradusse in italiano dall'ebraico nel 1607. La Nuova Diodati ne ha solo aggiornato l'italiano senza nulla togliere alla versione seicentesca.

In merito alla versione ebraica che secondo alcuni sarebbe insostituibile (alcune parole sarebbero intraducibili), già nel 3-400 BCE gli ebrei usavano diffusamente la versione greca fatta tradurre ad Alessandria. Quindi volendo leggerla come la leggevano gli ebrei del tempo basterebbe conoscere il greco antico. I danni vennero con la Vulgata che addomesticò la versione dei 70 ed ancor più danni fece e fa tuttora la versione di King James.

Lasciando la spiritualità a chi la cerca e magari la trova pure, la tanak ha avuto una fortuna immeritata dovuta esclusivamente alla identità culturale ebraica che l'ha resa il simbolo unificante di una nazione per secoli senza terra. Volendo essere realistici la thorà ha tre bellissimi libri epici (bereshit, shemot e mabidar) assimilabili alla teogonia di esiodo ed a molti poemi epici greci. Gli altri due libri sono una sorta di noiosa gazzetta ufficiale delle regole e dei riti sociali e religiosi, buoni solo per gli antropologi. Il Nevim assomiglia molto ai resoconti degli storici greci e latini (e sono spesso più apologetici che realistici) mentre il Ketuvim è una buona antologia letteraria del tempo.

Consiglio vivamente a tutti di leggere la Nuova Diodati in italiano perchè è una ottima descrizione romanzata della vita di quei tempi, con moltissimi spunti mitologici e per fortuna anche molte belle parti storiche e letterarie. Sconsiglio invece di imbarcarsi nell'esoterismo della kabbala anche se va riconosciuto che sia parecchio intrigante per chi si interessa alla spiritualità orientale.

Ovviamente se si cercano risposte ai grandi misteri del cosmo (ad esempio cosa è e da dove viene la vita?) è difficile che le si trovi nella tanak, volendo ce ne sono molte di più nei vangeli canonici ed apocrifi se si ha il coraggio di seguire fino in fondo  quegli insegnamenti. Però se la propria religione o il proprio cammino spirituale ha un libro da consultare, la strada è più agevole. Un libro scritto (rjg veda, thora,  al cur'an, kaine diateke, ecc) da forza, identità ed appartenenza e ci si puo' anche giurare sopra, pure in un tribunale moderno.

 


RispondiCitazione
LuxIgnis
Reputable Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 355
 

@Cedric

Mai sentito parlare di traduttore uguale traditore?

Già solo nel tradurre un qualcosa di contemporaneo si può andare incontro a fraintendimenti e alterazioni del significato. 

Finché si tratta di storielline, poco male, anche se non si rende completamente le intenzioni dell'autore bene o male si capisce qualcosa. 

Ma qui non si tratta solo di storielline come le intendi tu. E si tratta di una lingua morta, complessa, in cui ogni parola ha molteplici significati.

Una buona traduzione può anche andare bene ma riflette quelle che erano le conoscenze del traduttore e anche le sue idee in merito e i suoi preconcetti.

Siccome è un libro che molti intendono come spirituale, con cui si può essere d'accordo o meno non importa, e dove anche una singola virgola spostata può cambiare completamente il senso del discorso, e questo in un campo molto delicato, chi fa una ricerca spirituale seria è chiaramente ha fiducia in quel libro dovrebbe cercare di avere almeno i rudimenti della lingua, della situazione storica, e delle usanze del popolo di quel tempo.

Potrei fare alcuni esempi riguardo alla Bibbia di traduzioni diciamo un po' confuse, ma ci sono molti adesso che se ne occupano, come quel simpaticone su you tube che conosce bene l'ebraico e si diverte a dare delle spiegazioni. Roberto Mercadini si chiama. Solo la parola Elhoim tradotta normalmente con Dio fa girare la testa per qualche anno!

Io per quello che mi interessava l'ho fatta questa ricerca, non per la Bibbia chiaramente. E quindi non è vero che basta una traduzione, se si vuole fare una ricerca seria. E questo non vale solo per il campo spirituale ma anche per altro soprattutto se antico. O almeno bisognerebbe leggere varie traduzioni e cercare confrontandole di capirci qualcosa.


RispondiCitazione
R66
 R66
Trusted Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 83
Topic starter  

Stando in Italia, con Bibbia generalmente si intende VT + NT, le specifiche andrebbero fatte in caso contrario, ad esempio: mi riferisco soltanto ai primi 46 libri, o ai primi 5 ecc...
Comunque quello che avete scritto son cose risapute, anche ciò che il signore del video dice riguardo la parola Elohim, un cattolico forse potrebbe cadere dal pero, chi ci dedica un po' di tempo non ci vede nulla per cui la testa dovrebbe girare.
Dato che è stato tirato in ballo, vorrei far notare che non dice mica: "significa quel che ti pare!" 😉
Spiega esaurientemente e fornisce una logica al tutto.

Non è che una persona deve assimilare e credere ad ogni cosa, si richiede soltanto un minimo di linearità nell'esposizione, ce l'hanno tutte le visuali maggiori, invece sta manfrina pesudo mistica (per il momento) non è ne carne ne pesce.
Appena ho tempo proverò a cercare qualcosa riguardo al tema del topic, per quanta soggettività ci possa mettere un oratore, mi sembra impossibile che non si trovi una spiegazione che non faccia acqua alla prima perplessità.
Se già conoscete una fonte valida ben venga, link e via, leggiamo/ascoltiamo tutti insieme, poi ne riparleremo.
Che sia esauriente però, non limitiamoci alla frasetta sensazionalistica in stile Settimana Enigmistica!


RispondiCitazione
fuffolo
Honorable Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 683
 

"Sconsiglio invece di imbarcarsi nell'esoterismo della kabbala"

si certo, e ariconsolateve con l'ajetto

 

 


RispondiCitazione
Arat Ra
New Member
Registrato: 3 mesi fa
Post: 2
 
Pubblicato da: @r66

Il discorso sta prendendo una piega abbastanza esilarante e devo ammettere di essermi sbagliato alla grande, non è vero che il thread è inutile, serve eccome: inviterò a leggerlo al prossimo che cercherà di darsi un tono con la famosa frase, aggiungendo che nel caso non avesse altro da inserire, il nulla già raggiunto mi basta e avanza.

Ho capito, non ricerchi la solita spiegazione "spirituale" al detto "come in alto cosi in basso", che poi per capirlo ancora meglio mi piace riportarlo cosi "As above, so below, as within, so without, as the universe, so the soul"

Proviamo a fare degli esempi:

L'umanità intera è legata ad un continuo ciclo di vita, morte e rinascita, allora anche il singolo componente dell'umanità è obbligato a nascere, morire e rinascere

La verità cosa è? Il concetto più alto che ci sia ma anche il più profondo. Per trovare la verità devi scavare a fondo ma poi scoprirai che la verità sta in Cielo 

"I governi sono lo specchio dei popoli". La condizione spirituale della massa, che sta in basso, alla base della piramide crea il potere che sta in alto, al vertice della piramide. Noi abbiamo creato Adolf Hitler e Klaus Schwab, noi creiamo le sventure che ci cascano in testa

"Chiedete e vi sarà dato, bussate e vi sarà aperto". Io piccolo spirito chiedo e il Grande Spirito mi dà ciò che chiedo

 

A me non pare cosi astrusa la cosa. Il singolo, che sta in basso, vive sulla terra, è collegato al Tutto, che sta in Cielo. 

 

https://isentieridellalbero.org/2020/12/06/come-in-alto-cosi-in-basso/

https://unicacoscienza.altervista.org/come-in-alto-cosi-in-basso/

Questo post è stato modificato 2 mesi fa da Arat Ra

RispondiCitazione
Pagina 5 / 5
Condividi: