Vivere a contatto c...
 
Notifiche
Cancella tutti

Vivere a contatto con la natura allunga la vita


mystes
Noble Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 1467
Topic starter  

Secondo lo studio condotto da un team di ricercatori della T.H. Chan School of Public Health di Harvard, le donne statunitensi che vivono in case circondate dalla natura, possiedono un tasso di mortalità inferiore del 12% rispetto a chi vive in aree più urbanizzate.
"Siamo rimasti sorpresi nel riscontrare una relazione così forte tra esposizione al verde e minor tasso di mortalità, - spiega il ricercatore Peter James. - Siamo stati ancor più sorpresi nel trovare prova che un'ampia parte dei benefici dati dall'alta presenza di vegetazione siano collegati con una migliore salute mentale. Sappiamo – prosegue - che piantare vegetazione aiuta l'ambiente e mitiga il cambiamento climatico. Il nostro studio suggerisce che ci sia un altro beneficio, il miglioramento della salute – conclude - in grado di dare un'ulteriore spinta ai politici per creare ambienti più sani".
Per giungere a queste conclusioni, i ricercatori hanno analizzato lo stato di salute di oltre centomila donne in un arco di otto anni. E dai dati analizzati è emerso che nelle donne residenti in aree verdi, il tasso di mortalità legato a malattie respiratorie (uno su tre non si cura) era inferiore del 34%, mentre quello legato al cancro (nascono le Spa per i malati) era più basso del 13%.
A incidere sono diversi fattori, precisano gli esperti, in primis, una migliore salute mentale, misurata attraverso livelli più bassi di depressione (scoprilo con un esame del sangue). Un fattore che pesa per il 30% sui benefici riscontrati in chi abita in zone dalla vegetazione rigogliosa. Contribuiscono poi anche le maggiori opportunità di impegno sociale, più attività fisica e una minore esposizione all'inquinamento dell'aria.
Le malattie respiratorie: Le malattie dell'apparato respiratorio sono disturbi che riguardano uno o più degli organi predisposti alla respirazione, l'atto che provvede a fornire l'organismo dell'ossigeno del quale ha bisogno per produrre energia e nello stesso tempo provvede ad eliminare l'anidride carbonica. I polmoni sono gli organi maggiormente coinvolti nella respirazione mentre i canali che veicolano l'aria sono il naso, la gola e la trachea.

http://www.farmacia.it/index.php/news/articolo/23/14714

http://newsitaliane.it/2016/vivere-nel-verde-circondati-dalla-natura-allunga-la-vita-delle-donne-si-abbassa-il-tasso-di-mortalita-e-di-malattia-51322

Nota: Anche senza i risultati dei ricercatori di Harvard, da sempre abbiamo saputo che vivere a contatto con la natura migliora la qualità della vita. Ne erano convinti i grandi pensatori dell’antichità da Pitagora a Lucrezio (De Rerum Natura) sino a Paracelso e ai rappresentanti della Scuola Medica Salernitana. Sembrerebbe però che il cosiddetto sviluppo infinito e il progresso dell’umanità hanno preso una strada che va in direzione opposta alla conservazione, alla qualità e alla difesa della vita. E allora: ritornare all’antico? Certo, sarebbe il caso di farlo, ma dubitiamo che le istituzioni moderne, al di là di estemporanee dichiarazioni come quella dei ricercatori di Harvard, siano disposte a fare un passo indietro e a riconoscere i propri errori.


Citazione
spadaccinonero
Illustrious Member Guest
Registrato: 2 anni fa
Post: 10314
 

l'ennesimo studio che lascia il tempo che trova (da non sottovalutare il retrogusto politico annesso)

non c'entra la natura bensì la qualità della vita, della serie, chi ha una residenza immersa nella natura ha un reddito più alto, sicuramente non è un facchino e una vita sostanzialmente più tranquilla

tutto questo contribuisce alla longevità

concludo

uno studio americano dimostra che gli studi americani sono emerite katzate

8)


RispondiCitazione
cedric
Noble Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 1697
 

Concordo con SpadaccinoNero.

Sarebbe interessante conoscere la composizione socio-economica delle 100.000 donne sotto esame perchè sorge il dubbio che tali "donne" siano in realtà "mogli casalinghe" che vivono in ottimi quartieri residenziali con tanto tempo libero, in altre parole "donne ricche".

residenti in aree verdi,
zone dalla vegetazione rigogliosa
maggiori opportunità di impegno sociale,
più attività fisica
una minore esposizione all'inquinamento dell'aria.

Sarebbe anche interessante conoscere i dati di incidenza delle malattie nei loro compagni che "lavorano" in ambienti urbani inquinati per tornare nelle villette in mezzo al verde la sera per cena.

Forse si sarebbe visto che non è tanto "il vivere a contato con la natura" che migliora la vita, quanto il "poterselo permettere" .


RispondiCitazione
spadaccinonero
Illustrious Member Guest
Registrato: 2 anni fa
Post: 10314
 

Concordo con SpadaccinoNero.

Sarebbe interessante conoscere la composizione socio-economica delle 100.000 donne sotto esame perchè sorge il dubbio che tali "donne" siano in realtà "mogli casalinghe" che vivono in ottimi quartieri residenziali con tanto tempo libero, in altre parole "donne ricche".

residenti in aree verdi,
zone dalla vegetazione rigogliosa
maggiori opportunità di impegno sociale,
più attività fisica
una minore esposizione all'inquinamento dell'aria.

Sarebbe anche interessante conoscere i dati di incidenza delle malattie nei loro compagni che "lavorano" in ambienti urbani inquinati per tornare nelle villette in mezzo al verde la sera per cena.

Forse si sarebbe visto che non è tanto "il vivere a contato con la natura" che migliora la vita, quanto il "poterselo permettere" .

ho pensato esattamente le stesse cose

XD

grazie di cuore per aver scritto correttamente il mio nick


RispondiCitazione
[Utente Cancellato]
Famed Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 3719
 

grazie di cuore per aver scritto correttamente il mio nick

E' uno molto attento. 😉


RispondiCitazione
venezia63jr
Noble Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 1229
 

In italia ogni cento abitanti 99 sono vedove novantenni.


RispondiCitazione
esca
 esca
Noble Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 1072
 

Comprendo quello che dite, o voi che mi precedete, però vivere a contatto con la natura fa bene anche se non si è ricchi, ecco. E anche se gran parte della giornata si è costretti a trascorrerla da un'altra parte, è importante finirla in bellezza, tornando ad immergersi in quella realtà che disintossica, e non è detto che debba essere una reggia in mezzo ad un parco.


RispondiCitazione
Condividi: