Notifiche
Cancella tutti

Come ladri


GioCo
Noble Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 2178
Topic starter  

"1 Riguardo poi ai tempi e ai momenti, fratelli, non avete bisogno che ve ne scriva; 2 infatti voi ben sapete che come un ladro di notte, così verrà il giorno del Signore. 3 E quando si dirà: «Pace e sicurezza», allora d'improvviso li colpirà la rovina, come le doglie una donna incinta; e nessuno scamperà. 4 Ma voi, fratelli, non siete nelle tenebre, così che quel giorno possa sorprendervi come un ladro: 5 voi tutti infatti siete figli della luce e figli del giorno; noi non siamo della notte, né delle tenebre. 6 Non dormiamo dunque come gli altri, ma restiamo svegli e siamo sobrii."

C.E.I.: 1Tessalonicesi 5,1-6

Ahh, che bello prendere le armi del nemico (sputante) e vedere che funzionano meglio contro di Lui...

Buon Tutto Potentissimi !!!

Nel guardare le Lande Desolate dei pippolotti che ste menate cosmiche ci infliggono, possiamo comunque rispondere con un dito medio ed è già qualcosa. Ve lo assicuro. Dopo millenni d'attesa, è già più che qualcosa. Abbastanza perché l'altro lato minacci un giorno si e l'altro pure una guerra atomica su larga scala che faccia da "fine del Mondo 5.0". Perché secondo gli annali della storia ufficiosa e mitica, pare che ce ne siano nel frattempo state altre 4 e l'ultima (in termini di ere) nemmeno troppo lontana da noi.

In effetti poi, pensandoci bene, è un poco come la sentenza della Suprema Corte degli Stati Uniti che gira sui social e che è molto probabilmente una frottola (QUI) ma non è questo il punto. Il punto è che tutti i media si sono scatenati affrettandosi (con aggressività quasi lunare) a smentirla. Una bufala probabilmente messa in giro da loro o da qualche buontempone, fatta pure abbastanza male e che non era difficile verificare dato che non riportarava le fonti ne del sito di RFK ne della Suprema Corte, ma che ha scatenato un putiferio di rilanci fasulli in tutto il globo. Come sempre la merda galleggia e poi non si può dire che quella è acqua "pura". In un Mondo come quello digitale dove tutto e il suo contrario possono coeistere, gente qualsiasi può fare "(s)fact checking" un tanto al kilo e camparci su che va bene uguale.

Meglio però se lo fa per partito preso un canale (del nemico) come l'ANSA.

Ciò che erodono questi signori senza saperlo è la fede. Il loro compito "sottile" è quello, anche se intendono tutt'altro. La fede nei loro apparati, nei loro sistemi, nelle notizie che circolano e che sono fatte da coloro che li pagano. Perché ? Banalmente perché lo sputtanamento ove non c'è sostanziale argine per costruire qualcosa di solido per reggere la sua coerenza, tipo argini di follia ossessiva per fermare tsunami reali di rompiture di ca%%o, poi ti si ritorce contro.

Per ora questi "(s)fact checker" costruiscono le loro fortune sulla miseria di chi si fida, maree di palta che si formano perché l'assalto alla fede è totale. Non sta risparmiando niente e nessuno ed è esattamente ciò che il "ladro" è venuto a rubare al popolo della notte. Che è tale, cioè dorme, in quanto vive della sua propria fede e con/per essa spegne la sua propria capacità critica.

Smentitemi se ci riuscite !

Ma c'è di più. Nella seconda parte (7-11) della citazione evangelica in apertura di questo POST è chiaramente riportata la parola "fede" in quanto "corazza" difensiva. Ma se la fede è ciò che verrà rubato, quale corazza ha senso se non quella della "sicurezza" ? Quella di poter continuare a dormire (tipo nel non senso dei nostri satrapi ?!) magari per grazia del bozzolo del tecnoragno che protegga il sonno a venire, dato che non ci si può fidare del "nemico" sveglio. In piena sindrome proiettiva, colui che vive nella notte della ragione (riconoscibile in ciò che fa) riproduce follia e agisce come nello specchio: scambia la destra con la sinistra e chiama "bene" il Male. Se tu vedi lui e la sua immagine, ad esempio come vive e dove vive rispetto coloro che fa sui sudditi, hai già una visione di massima e capisci che è una sindrome proiettiva. Come il Re Sole.

Ovviamente quando si parla di "sonno" è quello della ragione. Che da sempre "cozza" (specificatamente) con la fede che non è mai rivolta verso altro se non l'apparato (cangiante) che riproduce l'aspetto estetico del divino di cui porta la maschera. Fino ieri si poteva godere di una residua luce fioca per il viaggio perché la ragione era ottusa, ora è iniziata una nuova Alba, ma ancora è penombra. Pensiamo alla pagina triste della stregoneria con gente bruciata viva in roghi di "purificazione" che cito spesso.

In particolare l'opprimenza era data da un educazione che è sempre stata rivolta all'ubbidienza (Gesuita) e mai alla crescita della ricchezza insista nell'individuo e nell'Uomo, aspetti che ci hanno addestrato a vedere come "nemici" (pandemia docet) come lo sviluppo della creatività, della capacità critica, della compartecipazione, dell'intuito emotivo o empatia, dell'Amore per il Bene e il Bello. Se di fede si parla, dovrebbe essere nel seme, ad esempio nel bambino e nella bontà di ciò che in esso è in nuce e non ancora pienamente sviluppato. Non ho mai visto che per "garantirsi" un buon raccolto si debba stare lì a "comandare" a ogni singola piantina di frumento come deve nascere e crescere. Solo che se è ricco l'ambiente tenderà a dare il meglio di ciò che può, invece se lo si deprime in ogni modo come stiamo facendo... Eppure è di questo che si parla per l'Uomo adesso, un ente infinitamente più dipendente dal sottile di una spiga di grano. Infatti non è un caso se il DNA della pianta è un multiplo di quello umano... Lei (più semplicemente) qualche appiglio terreno in più ce l'ha...

Lo sviluppo di Mente, Corpo e Animo dovrebbero procedere tutte assieme perché la ragione è UNA, impersonale ed quella di "positivizzare la materia". Non tutti gli incarnati vengono per quella ragione, ma coloro che si riconoscono (tra loro) non perché "pretendono ragione", ma perché banalmente la esprimono aprioristicamente e la riconoscono nell'animo (di ognuno) indipendentemente da tutti i tentativi manipolatori subiti: "sanno" cos'è giusto e non c'è nulla che si possa fare per allontanarli da tale ragione.

CDC è già un esempio plastico di quanto sto dicendo. Ma ne potremmo elencare infiniti altri.

Cioè portare consapevole benessere (non esclusivamente materiale o personale) in equilibrio con l'ambiente. Con ciò che c'è e che di fatto detta i limiti di quanto si può o non si può "intendere" al momento, accettando tali limiti per ciò che sono senza opposizione, sia nei periodi più tristi che in quelli più lieti, sia nell'arco di tempo millenario che nel quotidiano. Succede a prescindere e per l'Opera che ognuno è chiamato a compiere che lo sappia o meno.

Mi capita veramente troppe volte che persone che chiedono assistenza per capire se stesse nell'ascoltarmi mi chiedano di ripetere. Mi chiedono di "fermare" i concetti che toccano le "corde giuste" (per loro). Mi chiedono di dettare addirittura quello che emerge al momento. Capisco. Capisco in particolare che mi chiedono di rallentare. In effetti spesso ho questo difetto. Corro troppo, do per scontate troppe cose e lotto tutt'ora per limitare questo aspetto perché vorrei tanto "fare di più" e Vedere di più ! Per me e per l'altro (insieme). Eppure, il troppo ricco non va bene, almeno quanto il troppo povero. E' velenoso comunque. Si deve sempre procedere per piccoli passi e mantenendo l'equilibrio (emotivo). Semplice ? No, per nulla. Non siamo qui per affrontare questioni "semplici". Tuttavia la mancanza è duplice in situazioni del genere. Per ciò le mie si riflettono specularmente in quelle del mio prossimo: al "desiderio" di correre avanti come fanno i bambini, corrisponde la "fragilità" del riflesso senile che vede "l'oro" (alchemico) passargli accanto senza poterlo afferrare prché troppo debole. Da uscirci matti.

Entrambi intendo !!!

Eppure la crescita è questo: infinita pazienza e calma. Ognuno nel suo, ognuno per il suo proprio ambito e la sua "maturità" che gli permetterà di riconoscere ciò che ha accettato e che la sua ragione (complessa e coesa di Corpo, Mente e Animo) gli permette di "illuminare" e di "canoscere" (secondo il dettato dantesco).

Ma scendiamo a terra e vediamo il quotidiano. E' in corso una protesta dei coltivatori. I blasfemi accordi con altri paesi non riguardano solo la mercificazione ricattatoria e vessatoria dei corpi TUTTI, sempre più ridotti in schiavitù gommone dopo gommone sbarcato sulle nostre coste, per il deprezzamento della Vita e della Sacralità dell'Origine e in primis Storica, la nostra come di chi da noi sbarca sperando di rompere le catene oppressive del paese di provenienza, fatalmente arrivando ove l'oppressione (sempre la stessa catto~aschenazi) è millenaria ed endemica ed anzi è proprio l'epicentro di quell'emanazione lì, oscura e folle, ma tant'é... Dicevo che la mercificazione è anche di prodotti non solo sottopagati (in patria) ma forzatamente esposti a una concorrenza sleale, dove a fare da padrone sono le Tasse.

Continuo a sentire stronzate ripetute dai manifestanti del tipo "senza contadini non c'è futuro". Non ho dubbi che sia il sentito loro e che sia questo che vorrebbero che tutti condividessero. Ma con slogan così la protesta è già morta adesso.

La richiesta deve essere "concorrenza leale e leggi per garantire i nostri prodotti e produttori in patria", cioè tasse agevolate per noi e non per gli stranieri e tracciamento del prodotto tutelato nel prezzo. Perché se la tutela è quella esclusiva del consumatore, poi ci ritroviamo prodotti "freschi" africani che ci garantiscono "la stessa qualità italiana" (magari spacciato con etichetta di provenienza italiana legale) e che secondo accordi portati avanti con la menzogna, la fregatura e il tradimento (aprioristico) da parte dei governanti, finiscono per svilire qualsiasi intento positivo.

Capisco che la lotta degli agricoltori è anche la nostra e che è durissima. Tuttavia se volessimo davvero che questa protesta guadagni la fiducia di tutti, la rivendicazione deve appartenere a un principio che ha senso per tutti. Poi, non importa che si ottenga o meno qualcosa, come per gli Houthi importa che il Governo Nemico sia smascherato negli inciuci e negli intenti, trascinato nel fango da cui promana la sua intenzione e smerdato senza ritegno globalmente. Questo importa !

Oh no ?

Se questo vedremo allora la conseguenza verrà da sé... Altrimenti sarà come tutti gli altri un altro fuoco di paglia che nella tragedia verrà vissuta con altrettanta frustrante evidenza di fallimento. Perché alla controparte verrà servito su un piatto d'argento sia la capacità di resistere che la contro-offensiva facile.

Ad esempio "vi siete arricchiti e ingozzati fino ieri, dove eravate quando vi è stato chiesto di adeguarvi al Mondo che cambia" ? Il satrapo deve essere messo a nudo. I suoi intenti devono essere smascherati così come i suoi squilibri. Non è più il tempo di fare finta che si fanno le cose per "altri motivi". Ad esempio che si vuole curare la gente da malattie gravi ingegnerizzate militarmente proprio e solo da chi spaccia le cure pur continuando a mentire, fregare e tradire... Speculandoci sopra perché fa solo quello da sempre "osando" ogni volta di più (perché il successo porta solo richieste più onerose non soddisfazione) e in specie dal Covid in poi... E' una mentalità parassita, non può essere altrimenti !!!

Sono i nostri nemici perché ci hanno dichiarato guerra, apertamente ormai, anche se noi non gli abbiamo fatto niente siamo lo stesso i loro nemici perché lo hanno deciso loro uniltateralmente.

Accettiamolo collettivamente una buona volta. Tutto qui.

P.S.

Vorrei aggiungere una nota a margine. Il "costrutto" del @GioCo (intendo l'attività ludica che questo pseudonimo indica ma con piglio lievemente ironico) come nessun filosofo te lo spiega. Giocare sfida il senso stesso di ogni intendimento, perché ? Perché il @GioCo più serio in assoluto è quello che meglio porta Gioia nell'Animo. Così la serietà non è nell'Opera Complessiva (tipo l'incarnazione) che è nelle premesse finta, compartecipata in quanto appositamente artefatta e apertamente costruita sul posticcio, ma nella recita che deve essere asceticamente seria. Guai a intenderla falsa. Il Bambino (che è in noi) ti FULMINA !!!
Oh no ?! 😋 
 

 


Citazione
Condividi: