25 aprile, Milano "...
 
Notifiche
Cancella tutti

25 aprile, Milano "Cessate il fuoco ovunque "


marcopa
Illustrious Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 8310
Topic starter  

Milano, 18 apr. (askanews) – “Gli ebrei italiani e la Brigata Ebraica furono parte attiva alla lotta di resistenza al nazifascismo e la presenza della Comunità Ebraica dovrebbe essere un dato assodato”. Lo ha ricirdato in una nota il consigliere comunale milanese Daniele Nahum, ex esponente del Pd passato al gruppo I Riformisti e candidato alle Europee con la lista “Siamo Europei” di Carlo Calenda, dopo che la Comunità Ebraica di Milano ha deciso di ritirare il proprio gonfalone dalla manifestazione del 25 april

“Bisogna ringraziare l’Anpi che affermando uno slogan come ‘Cessate il fuoco ovunque’, ha fatto di tutto per arrivare a questo triste risultato” ha osservato Nahum.

“Purtroppo c’è chi ha voluto caricare di eccessiva valenza ideologica il 25 aprile. Nonostante tutto spero che si apra uno spiraglio per tenere tutti dentro alla manifestazione. Io sarò in piazza a fianco di Carlo Calenda e alla comunità politica di Azione che sfileranno insieme alla Brigata Ebraica. Credo che il nostro sindaco debba convocare le diverse parti per cercare di aprire una possibilità” ha auspicato l’esponente della comunità ebraica.

 

 


Citazione
BrunoWald
Reputable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 448
 

Ma tu guarda, bisticciano tra loro l'ANPI e la comunità ebraica... Gli uni infatti vorrebbero "cessare il fuoco ovunque", mentre per gli altri non sono ancora morti abbastanza palestinesi. Così non si fa, si rischia di offuscare le solenni celebrazioni del 25 aprile: attendiamo trepidanti un abbraccio di riconciliazione!


RispondiCitazione
marcopa
Illustrious Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 8310
Topic starter  

Sara un 25 aprile freddo nelle temperature e caldissimo nelle polemiche politiche, sperando che nessuno passi alle mani.

 

Sono a Roma da una quindicina d' anni ed ho partecipato a molte manifestazioni di piazza. L' unica volta che mi hanno messo le mani addosso, è stato un 25 aprile.

 

Attivisti per la Palestina volevano partecipare al corteo con le bandiere palestinesi, il servizio d' ordine della comunità ebraica cercava di impedire la loro presenza tra gli altri antifascisti.

 

Non mi hanno fatto male, mi hanno messo una mano sul volto e poi mi hanno chiamato provocatore.

 

Questo 25 aprile non credo che il servizio d' ordine della comunità ebraica cercherà di impedire la presenza di bandiere palestinesi nei cortei.

 

Qualche anno fa a Roma lo hanno fatto.


RispondiCitazione
Condividi: