Prof. Bhakdi: Gli o...
 
Notifiche
Cancella tutti

Prof. Bhakdi: Gli organi dei vaccinati deceduti sono la prova degli attacchi autoimmuni


Pfefferminz
Reputable Member
Registrato: 5 mesi fa
Post: 430
Topic starter  

https://www.bitchute.com/video/fHIT55iM4Zv9/

Video in inglese del Prof. Sukarit Bhakdi pubblicato il 22 dicembre 2021.

Il Prof. Bhakdi riassume e commenta i risultati delle autopsie eseguite dal gruppo di patologi tedeschi guidato dal Prof. Arne Burkhardt. Gli organi dei vaccinati deceduti mostrano chiaramente gli attacchi autoimmuni scatenati dalle vaccinazioni. Anche le cellule dei linfonodi possono essere colpite e esprimere la proteina Spike con gravissime conseguenze.

Il Prof. Bhakdi si rivolge al pubblico e chiede che ognuno diventi consapevole del pericolo che incombe su tutta l'umanità e diffonda senza indugi il messaggio a conoscenti e amici. 

"Perché il proprio sistema immunitario si scatena e attacca qualcosa che è progettato per proteggere?

La risposta immunitaria mortale si verifica principalmente perché il sistema immunitario vede le cellule che producono la proteina spike SARS-CoV-2 come una minaccia e cerca di distruggerle, sostengono gli scienziati:

I vaccini fanno sì che le cellule profonde del nostro corpo esprimano la proteina spike , cosa che non avrebbero mai dovuto fare per natura. Qualsiasi cellula che esprime questo antigene estraneo verrà attaccata dal sistema immunitario, che coinvolgerà sia gli anticorpi IgG [il tipo di anticorpo più abbondante presente in tutti i fluidi corporei] sia i linfociti T citotossici [che proteggono il corpo dalle cellule e dalle cellule cancerose che sono stati infettati da agenti patogeni]. Ciò può verificarsi in qualsiasi organo.

Le autopsie dei defunti di età compresa tra 28 e 95 anni hanno mostrato che in 14 casi su 15 il cuore è stato colpito da infarto. Queste autolesioni sono state riscontrate anche nei polmoni (13 casi), nel fegato (due casi), nella tiroide (tiroidite di Hashimoto, due casi), nelle ghiandole salivari (sindrome di Sjögren, due casi) e nel cervello (due casi). .

Allo stesso tempo, c'erano patologie comuni in "tutti i tessuti colpiti di tutti i casi", compresa l'infiammazione e la morte dei piccoli vasi sanguigni a causa dell'abbondanza di linfociti T killer in entrambi i vasi e nei tessuti che li circondano.

L'evidenza dell'"autoaggressione immunologica è senza precedenti". "Poiché la vaccinazione era l'unico denominatore comune tra tutti i casi, non c'è dubbio che sia stata l'innesco dell'autodistruzione in questi individui deceduti. .”

Il Dr. Bhakdi ha sottolineato che quattro su 15 deceduti sono stati vaccinati solo una volta, eppure sono morti. Allo stesso tempo, ad ogni richiamo assunto, il sistema immunitario "diventa più aggressivo", mentre i tessuti dei vasi diventano "permeabili" a causa degli attacchi precedenti. Ed è così che l'mRNA  entra negli organi.

Il dottore ha detto: "Il tuo muscolo cardiaco, il tuo fegato e i tuoi polmoni iniziano a produrre queste maledette proteine ​​[di picco], [e poi] i tuoi linfociti assassini vanno lì … e distruggono il tuo cuore, i tuoi polmoni, il tuo fegato", si lamenta Bhakdi.   

Ma quegli organi non sono gli unici potenziali bersagli dell'mRNA  che i vaccini "insegnano" a produrre ai corpi umani.

Dal momento che i vaccini entrano nei linfonodi che producono i linfociti, o globuli bianchi, a queste cellule, a loro volta, può essere "insegnato" a produrre anche una proteina spike. Ciò, a sua volta, li rende un bersaglio dell'attacco autoimmune, che mina la capacità del sistema immunitario di tenere sotto controllo tutti i virus e i batteri potenzialmente mortali che sono sempre presenti nel corpo umano. Tra questi, ad esempio, c'è il batterio della tubercolosi, che probabilmente sarà in aumento in tutta l'Asia, l'India e l'Africa, secondo il dott. Bhakdi.

Ha aggiunto che i medici stanno già assistendo a un aumento di cancri e tumori nei loro pazienti vaccinati. Ciò è spiegato anche dalla capacità indebolita del sistema immunitario di sopprimere le mutazioni patologiche nelle cellule, fatto precedentemente confermato dal patologo dell'Idaho, il dottor Ryan Cole.

[...]

https://thenewamerican.com/study-most-of-vaccinated-die-because-of-vax-induced-autoimmune-attacks-on-their-own-organs/


sarah hanno apprezzato
Citazione
oriundo2006
Famed Member
Registrato: 5 mesi fa
Post: 2650
 

Si capisce allora il divieto di autopsie agli inizi e la scarsissima attenzione medica successiva ai risultati, almeno qui in Italia. Quanto Pfeffer riporta costituisce davvero una possibile PROVA che i vaccini costituiscano agenti tossici mortali per il nostro organismo. Resta da capire se, come pare accertato, la loro diminuzione progressiva di efficacia si accompagni o meno ad una loro diminuita facoltà di nuocere all' organismo ospite oppure se tali 'ordini' distruttivi dati al complesso immunitario permangano anche dopo, latenti ma capaci di attivarsi 'a richiesta'. Si torna qui all'argomento di altri post sulla presenza nei vaccini anche di nanoparticelle di grafene capaci di sensibilizzarsi con onde magnetiche appropriate.

 


sarah e Pfefferminz hanno apprezzato
RispondiCitazione
sarah
Estimable Member
Registrato: 5 mesi fa
Post: 107
 

Esattamente. Viene occultato quanto più possibile già dai primissimi giorni e ciò ha determinato lo scempio ( in Italia ben più che altrove ) delle esequie negate e delle morti in corsia lontane dai familiari che in molti casi, nemmeno da un punto di vista legale, hanno potuto riconoscere il congiunto. Una pagina così vergognosa che dovrebbe essere "dura da digerire" anche per i soggetti senza coscienza che la hanno predisposta. C'è da augurarsi, come dice lei, che anche l'ormai innegabile effetto dannoso dei maxxini abbia una durata limitata nel tempo, così come la loro presunta "protezione". Questi ultimi studi, come si evince dagli articoli dei link, dovrebbero via via fornire indicazioni più precise sulla reale situazione e, anche se saranno evitati dall'establishment come la peste, immagino e spero che saranno raccolti almeno da una parte del mondo medico e scientifico ( senza h finale ), se non altro per dare una mano ai pazienti.


Pfefferminz hanno apprezzato
RispondiCitazione
sarah
Estimable Member
Registrato: 5 mesi fa
Post: 107
 

Sempre a questo proposito, ho avuto un'interessantissima conversazione con un medico alcuni giorni fa, poco prima del Natale. Conosco questa persona da vecchia data ma da lungo tempo non lo incontravo. Si tratta di uno specialista pneumologo con lunga esperienza ospedaliera e di medicina generale. Mi ha stretto la mano e abbiamo chiacchierato a lungo senza mascherina. Così mi ha raccontato alcuni dettagli sulle pratiche adottate da certi colleghi per non intervenire più a supporto di pazienti conosciuti con altre patologie, con le conseguenze che lascio immaginare. Senza che io lo domandassi, abbiamo poi parlato di maxini: ha chiesto cosa avessi fatto io e gli ho spiegato la situazione. Non mi ha nascosto preoccupazione dicendomi: "se siamo fortunati, non è servito a niente". Afferma di essersi informato il più possibile sulla probabile origine degli effetti collaterali e mi ha parlato di problemi di fertilità, rischio di infarto e, appunto come si legge negli articoli sopra, di malattie di origine autoimmune. Forse è sospeso dall'ordine, dopo una onoratissima carriera e grande dedizione ai pazienti, ma mi ha invitata a rivolgermi a lui in caso di problemi. Ho riconosciuto un uomo non corrotto e di sani principi, che mi ha dato coraggio, e senza ovviamente altri riferimenti io ho condiviso volentieri con voi questa esperienza.


BrunoWald e Pfefferminz hanno apprezzato
RispondiCitazione
Luca VFR
Eminent Member
Registrato: 5 mesi fa
Post: 46
 

Faccio una considerazione che parrà strana però è curiosa.

Qualcuno avrà visto il celebre film L'invasione degli Ultracorpi, intendo l'originale del 1956, che è tratto da un romanzo Sci-Fi/Horror di Jack Finney, The Body Snatcher, gli Invasati nella edizione italiana. Sebben nel film la fine è positiva (ma in ambiente hollywoodiano non poteva essere altrimenti) anche nel romanzo la fine lo è sebbene questi "alieni" in forma di baccelli che reincarnati in umani non possono abbandonare la terra. Però avranno vita breve, non più di 5 anni. Ecco noi coll' "intruglio salvifico" non abbiam bisogno di "baccelli" però il risultato è il medesimo: il perato o pluri perato non avrà vita lunga stimata in circa 5 anni. Strana coincidenza. Finney scrisse il romanzo 67 anni fa.


RispondiCitazione
Condividi: